Sorrento. Via i rom che chiedono elemosina: il Comune paga i biglietti del treno

Sorrento. Via i rom che chiedono elemosina: il Comune paga i biglietti del treno

Sorrento. Via i rom che chiedono elemosina: il Comune paga i biglietti del treno

I rom o «gli zingari cacciati» che chiedono l’elemosina nel centro di Sorrento, tanto per citare l’assessore agli eventi Mario Gargiulo, verranno accompagnati dai vigili urbani alla stazione della Circumvesuviana. E per mandarli via saranno fatti salire sui treni per Napoli con l’ok di Eav. Il biglietto? Lo pagherà per intero il Comune di Sorrento. Ma inizialmente i soldi saranno anticipati dalla stessa Eav che verrà rimborsata a fine estate.E’ la svolta che chiude definitivamente le polemiche e che pare risolvere per ora il caso dei mendicanti fuorilegge in centro. Anche se si apre un altro fronte abbastanza delicato. Qualora il rom di turno dovesse scendere alla stazione successiva, magari a Sant’Agnello, cosa avverrà? «Problema non di Eav» precisa la società. Un altro potenziale problema destinato a rimanere sul tappeto.La pax sui rom è stata siglata nelle ultime ore tra l’amministrazione comunale di Sorrento e il presidente di Eav Umberto De Gregorio che, dopo le bordate di Gargiulo sui nomadi respinti in Circum («Qualcuno mi spiega con quali biglietti sono arrivati a Sorrento a bordo degli stessi treni? E magari quali servizi di sorveglianza erano attivi alle stazioni di partenza?»), aveva reagito a muso duro dicendo chiaro e tondo di non essere mai stato contattato dal Comune per risolvere il problema. A dispetto di ciò che aveva detto l’assessore. Ma ora la tensione sembra sfumare via. Ci ha messo lo zampino l’assessore al corso pubblico e ai trasporti Massimo Coppola che ha trattato direttamente con De Gregorio. Una telefonata cordiale tra i due ha gettato le basi dell’intesa entrata in vigore fin da ieri. L’accordo è snello. Il personale del comando di polizia municipale di Sorrento – quando fermerà i mendicanti che violeranno l’ordinanza anti-accattonaggio – li potrà liberamente accompagnare in Circumvesuviana. Qui i gestori della stazione di Sorrento accoglieranno la “comitiva” e comunicheranno a un funzionario di Eav il numero di persone segnalate e destinatarie del “foglio di via”. I mendicanti a quel punto potranno prendere i convogli in partenza per Napoli. A settembre De Gregorio traccerà un bilancio delle corse concesse ai rom e il Comune dovrà pagare il conto alla società. «Basta par-arsi – dice De Gregorio -. I costi dei biglietti saranno uguali a quelli del listino». Seppur scappi immediatamente una precisazione su fB: «Eav si occupa di trasporto. Non accompagna nessuno. Il problema resta al Comune e alle forze dell’ordine. Noi li facciamo partire, come ci è stato chiesto dal Comune. Se riscendono alla fermata dopo e tornano a Sorrento è un problema dell’amministrazione, non di Eav».


ULTIME NEWS