Angri. Sorpresi con la cocaina: nei guai un paganese e un nocerino

Angri. Sorpresi con la cocaina: nei guai un paganese e un nocerino

Angri. Sorpresi con la cocaina: nei guai un paganese e un nocerino

ANGRI – Continuano in tutto l’Agro Nocerino-Sarnese i controlli antidroga dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore che ad Angri, in distinte operazioni, hanno arrestato due persone per spaccio di sostanze psicotrope, denunciandone un’altra in stato di libertà per coltivazione illegale di stupefacenti. La scorsa notte, infatti, i militari della sezione operativa hanno arrestato il paganese Vittorio Tamigi ed il nocerino Alfonso Pepe, entrambi 31 anni e già noti alle forze dell’ordine.

I militari, infatti, hanno proceduto al controllo dei due pregiudicati nei pressi della villa Comunale di Angri, dopo aver notato uno scambio stupefacente/denaro con alcuni tossicodipendenti della zona.  Nel corso della successiva perquisizione personale e veicolare, i due sono stati trovati in possesso di 3 grammi di cocaina suddivisa in dosi e 250 euro in contanti, verosimilmente provento dell’attività illecita di spaccio, sottoposti a sequestro.

I due uomini sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, a disposizione dell’Autorità Giudiziara.

Nel medesimo contesto, inoltre, i Carabinieri della Stazione di Angri hanno denunciato a piede libero un incensurato del luogo, L.S. di anni 55, per coltivazione illegale di sostanze stupefacenti. I militari, infatti, nel corso della perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto 2 piante di “cannabis indica”, dell’altezza di circa 2 metri, sottoponendole a sequestro.


ULTIME NEWS