Pompei. Movida violenta: 25enne massacrato dal branco

Pompei. Movida violenta: 25enne massacrato dal branco

Pompei. Movida violenta: 25enne massacrato dal branco

Movida violenta a Pompei, pestato a sangue dal branco un giovane 25enne. Il residente, così come raccontato alle forze dell’ordine, si era recato nel bar poco distante dalla sua abitazione in via Tre Ponti. Entrato nel locale è poi uscito poco dopo aver acquistato una bibita. Ad attenderlo fuori un gruppo di coetanei che, in diversi modi, hanno provato a sfidarlo. Il silenzio della notte è stato rotto dalle urla del giovane che, preso di mira dal branco violento, è stato massacrato con pugni, schiaffi e calci. Il giovane 25enne ferito è stato trasportato all’ospedale di Castellammare di Stabia e curato dai medici del pronto soccorso. Diversi traumi e contusioni guaribili in pochi giorni. Motivi futili o forse inesistenti hanno fatto scattare la rissa, finita con l’arrivo di una volante della polizia e la fuga in massa del branco che, in pochi secondi, ha fatto perdere le sue tracce. Ma nella colluttazione, non solo ha avuto la peggio il giovane 25enne di Tre Ponti, ma anche la mobilia del bar. Tavoli e sedie sistemate all’esterno del locale sono stati distrutti così come una vettura parcheggiata poco distante. Un’ira fuori controllo di ragazzi provenienti, probabilmente dai comuni limitrofi e con la voglia di “dare una lezione” al primo che capita. Ancora una volta la Pompei di notte diventa lo scenario di un incontro di box, con tanto di perdita di controllo dei giovani con la “passione” per l’alcol. Ubriachi ma lucidi per poter colpire i ragazzi scappati nel buio della notte hanno lasciato una scia di violenza, distruggendo l’arredo del bar, un’auto e ferendo al capo, al volto e in parti del corpo il malcapitato residente di via Tre Ponti. Indagini aperte e affidate al Commissariato di polizia di via Sacra, agli ordini del vice questore aggiunto Angelo Raffaele Lamanna, sono in fase di identificazione di alcuni componenti del branco violento. Attimi di paura, dunque, verso le 3 di notte tra mercoledì e giovedì nella zona periferica della città mariana, scelta spesso come punto di incontro dei giovani provenienti da altre città. 


ULTIME NEWS