Lite tra 15enni, una stacca a morsi l’orecchio dell’amica

Lite tra 15enni, una stacca a morsi l’orecchio dell’amica

Lite tra 15enni, una stacca a morsi l'orecchio dell'amica

«Dottore, presto, mia figlia sta male, sta perdendo l’orecchio, ha un lobo appeso». Sono da poco passate le 13 quando al pronto soccorso dell’ospedale Loreto Mare giunge, accompagnata dai genitori, la piccola Sabrina, 15 anni appena. Presenta una vistosa ferita all’orecchio sinistro, una lacerazione di circa quattro centimetri con il lobo attaccato al resto del padiglione auricolare soltanto da un lembo di pelle. Uno spettacolo sconcertante, da film dell’orrore. Una ferita profonda che però fa subito insospettire il personale medico convinto che quell’orecchio dilaniato sia stato opera di un cane. E invece, nella sorpresa generale, il padre della ragazzina racconta cosa è successo. La sua bambina è stata morsa da una sua coetanea durante un litigio avvenuto a pochi passi da Porta Nolana dove entrambe vivono: «Stavano giocando in strada poi non so cosa è successo, mi ha raccontato che l’ha attaccata e l’ha morsa. Ho sentito urla disperate e sulle prime ho pensato che qualche motorino le avesse investite ma mai avrei immaginato una cosa del genere». Stando al racconto fornito anche dalla 15enne la compagna di giochi le si sarebbe avvicinata addentando l’orecchio della ragazzina quasi svenuta vedendo un pezzo della sua carne ancora tra i denti dell’amichetta. Da lì la corsa al vicino ospedale di via Marina dove Sabrina è stata subito suturata e medicata dal personale del pronto soccorso che è riuscito a salvarle l’orecchio applicandole dei punti, punti che verranno rimossi tra dieci giorni mentre per la piccola (che è poi tornata a casa in evidente stato di agitazione) sono stati stabiliti dodici giorni di prognosi salvo complicazioni. Il referto è agghiacciante: «lacerazione del padiglione auricolare sinistro a livello dell’antelice per una lunghezza complessiva di quattro centimetri fino alla conca con altre due ferite parziali al livello del lobo e ricostruzione dello stesso con monofilamento». Sembra il più classico degli attacchi di cane e invece si tratta della relazione di uno ‘scontro’ tra due ragazzine minorenni che si sono affrontate in strada con una violenza tale da far impallidire i grandi. Sul posto sono giunti gli agenti del vicino commissariato San Lorenzo-Vicaria che hanno provveduto a prendere i dati della ferita e della coetanea resasi responsabile dell’aggressione: stando a quanto trapelato la famiglia della ferita sporgerà denuncia nei confronti dei familiari (visto che l’aggressione è stata compiuta da una minorenne). Anche l’altra ragazzina sarà ascoltata per capire cosa abbia fatto scattare la follia che poteva costare davvero caro alla piccola Sabrina che soltanto per miracolo non ha perso l’orecchio, merito anche della bravura del personale medico che pazientemente è riuscita a ricostruire il lembo di pelle strappato. Una brutta e incredibile avventura in una mattinata di fine agosto che poteva tingersi dei colori della tragedia.


ULTIME NEWS