Salerno. Il calvario del pentito sul lastrico: «Lo Stato mi ha dimenticato»

Salerno. Il calvario del pentito sul lastrico: «Lo Stato mi ha dimenticato»

Salerno. Il calvario del pentito sul lastrico: «Lo Stato mi ha dimenticato»

SALERNO – Ha collaborato per anni con la giustizia contribuendo- a suo dire- a far scoprire retroscena inediti sul malaffare nel territorio salernitano e altrove. Ma oggi lo Stato si sarebbe dimenticato di Cosimo Ristallo di Eboli, coinvolto in un mega blitz anti-droga per il quale fu condannato nel 2012 a tre anni di reclusione con il rito abbreviato. In quella operazione (stupefacente dall’Olanda a Salerno e Piana del Sele via Spagna sotto l’egida della ‘ndrangheta) avrebbe avuto un ruolo da gregario prestando- secondo il sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia Rosa Volpe- la sua opera ai capi dell’organizzazione (molti ancora sotto processo).

 

+++TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS+++


ULTIME NEWS