Salerno, disperato per una delusione d’amore si uccide con le pillole per il cuore

Salerno, disperato per una delusione d’amore si uccide con le pillole per il cuore

Salerno, disperato per una delusione d'amore si uccide con le pillole per il cuore

Postiglione. Ingerisce decine di pillole per il cuore, muore poche ore dopo in ospedale. Una delusione d’amore avrebbe spinto un sessantenne di Postiglione a suicidarsi con l’ingestione non terapeutica di una quantità enorme di farmaci. L’episodio è accaduto venerdì sera. Il decesso si è verificato oggi. Un dolore immane, la fine del rapporto con la moglie, ha trascinato il 60enne in una depressione crescente. Da qui la decisione di farla finita, dopo mesi di insopportabile sofferenza. L’uomo è stato soccorso venerdì sera. Era in stato confusionale quando è giunto al pronto soccorso. I sanitari del 118 lo hanno accompagnato all’ospedale di Eboli. Il paziente non ha saputo spiegare quanti farmaci avesse preso. La dose massiccia è stata confermata dai medici del servizio territoriale. PIù di una scatola era stata svuotata.
Dopo la lavanda gastrica, il 60enne è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva. La morte è sopraggiunta nella notte. La salma non è stata sequestrata, per i carabinieri e per la Procura di Salerno si tratta di una morte naturale, non provocata da terze persone. L’ingestione di farmaci in dose non terapeutica è un fenomeno molto diffuso tra chi è affetto da sindrome depressiva. Spesso i sanitari riescono a salvare l’aspirante suicida attraverso la lavanda gastrica. Per il bracciante agricolo di Postiglione, il destino ha scelto un altro, tragico finale. 


ULTIME NEWS