Una clausola da top player. Zielinski, la mezzala d’oro con i piedi da trequartista

Una clausola da top player. Zielinski, la mezzala d’oro con i piedi da trequartista

Zielinski, la mezzala d'oro con i piedi da trequartista

Il Napoli ha deciso di puntare fortemente su Piotr Zielinski. Del resto, quest’ultima, non è più una novità. Basta pensare che il suo contratto – firmato appena un mese fa – alla voce clausola rescissoria indica la folle cifra di 65 milioni di euro. Troppi, ha azzardato qualche tifoso. Ma in prospettiva è la giusta cifra per un calciatore che ha tutte le carte in regola per diventare un top player, uno di quelli da far mordere le mani a Liverpool e Milan, i due club che lo avrebbero voluto ma che il Napoli ha bruciato sul tempo, giocando d’anticipo. D’altronde il calciatore polacco – convinto ad accettare la sfida azzurra da Milik, compagno di nazionale – ha già dimostrato il suo talento. Anzi, l’ha fatto intravedere visto che Sarri l’ha mandato in campo nella ripresa per le prime due sfide con Pescara e Milan. E in entrambe non ha fallito. Il polacco ha creato azioni pericolose, ha suggerito buoni passaggi e contro gli abruzzesi è riuscito addirittura a procurare un rigore, un penalty che l’arbitro ha deciso poi di annullare dopo averlo fischiato. Appena 22enne, strappato all’Udinese (proprietaria del cartellino) per 15 milioni di euro, il centrocampista è già da tempo nel giro della Nazionale e con la maglia della Polonia ha disputato quest’anno un ottimo Europeo. A Napoli potrebbe ripetersi, tanto che Allan deve già temere. Perché Zielinski è uno che ha buoni piedi e s’è già messo in testa di voler conquistare un posto da titolare. Da mezzala a trequartista, il polacco è in grado di garantire più ruoli. E la duttilità non è roba di poco conto. Ufficialmente è arrivato come vice Allan ma può giocare anche nel ruolo di Hamsik, così come dietro alle punte in un’eventuale 4-3-1-2. Modulo, quest’ultimo, che il Napoli ha già provato a inizio della passata stagione. Insomma, l’ex Empoli ha una grande versatilità: la corsia che predilige è quella destra ma ha un buon potenziale anche per l’altra zona del campo.  Un centrocampista così completo mancava da tempo sotto al Vesuvio. Perché Zielinski è sicuramente un jolly, bravo in entrambe le fasi di gioco ed è agile soprattutto negli inserimenti. 

Il polacco, in appena 36’ disputati in campionato, ha già fornito la bellezza di 28 passaggi riusciti tra trequarti e area di rigore. Un calciatore, Zielinski, che merita fiducia perché nel 4-3-3 sarriano sarà la vera sorpresa.


ULTIME NEWS