“Libera in goal”: un campeggio anticamorra nel cuore di Scampìa

“Libera in goal”: un campeggio anticamorra nel cuore di Scampìa

"Libera in goal": un campeggio anticamorra nel cuore di Scampìa

Un campeggio anticamorra nel cuore di Scampìa. Giovani da tutta l’Italia per “Libera in Goal”, il torneo di calcio dedicato alla vittima innocente di camorra Antonio Landieri. Da giovedì 8 fino a domenica 11 settembre, si svolgerà presso la Scuola Calcio Arci Scampìa (in via fratelli Cervi lotto U) la quinta edizione della manifestazione organizzata dalle associazioni Rime di Trieste e dalla napoletana Voci di Scampìa, con il supporto della Scuola Calcio Arci Scampìa di Antonio Piccolo e di Libera Campania. Centinaia di ragazzi provenienti da tutta Italia dormiranno in un vero e proprio campeggio allestito nel cuore del quartiere delle Vele. Durante i tre giorni i ragazzi parteciperanno alle più svariate attività. Al mattino saranno impegnati con tornei di calcetto senza arbitro e con squadre miste in campo, presso l’Arci Scampia, dedicati ad Antonio Landieri, ucciso per errore il 6 novembre del 2004 nel corso della faida tra i Di Lauro e gli scissionisti. Nel pomeriggio i ragazzi incontreranno il magistrato Filippo Beatrice e Mirella La Magna del Gridas. Inoltre i partecipanti sosterranno fisicamente le attività del progetto Pangea e del giardino dei 5 continenti, aiutando i volontari in giardinaggio e cura del verde. “Libera in Goal” farà tappa anche a Castellammare di Stabia e precisamente all’Asharam Santa Caterina, un bene confiscato alla camorra e oggi centro di numerose attività culturali. Qui incontreranno Carmine Iovine, scrittore e autore del libro “Asharam – Dove Gandhi ha sconfitto la camorra”. A seguire ci sarà un’escursione nella Valle dei Mulini di Gragnano. “Libera in Goal” è ormai un appuntamento fisso per il quartiere di Scampìa, dove antimafia sociale, associazioni e giovani provenienti da tutta l’Italia si incontrano per fare memoria attraverso l’impegno.

Giuliana Covella


ULTIME NEWS