Crede di aver ucciso la moglie e festeggia su Facebook: “Se lo meritava”, ma a morire è il figlio

Crede di aver ucciso la moglie e festeggia su Facebook: “Se lo meritava”, ma a morire è il figlio

Crede di aver ucciso la moglie e festeggia su Facebook: "Se lo meritava", ma a morire è il figlio

Ferisce l’ex moglie, uccide il figlio di 15 anni, scappa e confessa con un live su Facebook. E’ quanto accaduto a Norlina, nel North Carolina. Il killer, Earl Valentine, è entrato in casa della donna e le ha sparato diversi colpi di pistola. Il figlio, provando a difendere la madre, è stato coinvolto nella sparatoria e ha perso la vita. “Amavo mia moglie, ma si meritava quello che ho fatto”, ha affermato Valentine nel video sul social network, credendo che la donna fosse morta. Valentine è stato poi trovato morto, forse suicida, dopo 48 ore. Il figlio adolescente era riuscito a chiamare la polizia raccontando l’accaduto, morendo però durante la telefonata. 


ULTIME NEWS