Castellammare. Scardinato il bunker della droga

Castellammare. Scardinato il bunker della droga

Castellammare. Scardinato il bunker della droga

Gli arresti sì. Ma quello che fa più male ai clan sono i sequestri di droga. Un danno economico che rischia di mettere in ginocchio la filiera dello spaccio. E’ que-sto quello che hanno tentato i carabinieri, riuscendo a mettere le mani su quasi due chili si sostanze stupefacenti. Una chiara strategia per fare più male alle organizzazioni criminali. E’ accaduto al rione Savorito, l’ex Aranciata Faito, sempre nelle palazzine popolari. Un luogo di perdizione per i tossici, un motivo di guadagno illecito per i clan stabiesi. Una piazza storicamente gestita dagli Imparato, con il benestare dei D’Alessandro, cosche vive e vegete a giu-dicare dagli ultimi rapporti della direzione nazionale antimafia. La strategia adottata dai militari in borghese della compagnia di Castellammare è stata quella vincente. Gli uomini guidati dal maggiore Donato Pontassuglia e dal capitano Carlo Santarpia sono riusciti a scovare il “tesoro” del clan che gestisce gli affari illeciti in questa zona. 

L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA


ULTIME NEWS