Coppia stabiese litiga: lei minaccia di lanciarsi, ma precipita davvero

Coppia stabiese litiga: lei minaccia di lanciarsi, ma precipita davvero

Coppia stabiese litiga: lei minaccia di lanciarsi, ma precipita davvero

«Stavamo litigando, ci stavamo per lasciare. Lei è salita sul parapetto del terrazzo come per fingere un gesto estremo ma in quel momento è scivolata». Il racconto di V. C studente di Ingegneria, che si era trasferito insieme alla sua fidanzata in una villetta di Arcella quartiere di Padova, per studiare. La studentessa di Castellammare di Stabia si trova ora  ricoverata in gravi condizioni in un ospedale di Padova. Il dramma come riportato dal Mattino di Padova è accaduto nella notte tra lunedì e martedì. La giovane stava litigando col suo fidanzato, anch’egli studente stabiese fuorisede. La ragazza sarebbe salita sulla ringhiera come per inscenare un tentativo di suicidio quando succede l’irreparabile. «Si è appesa al parapetto e aveva tutto il corpo fuori: si teneva solo con le braccia. All’improvviso è caduta», racconta il fidanzato. La giovane è precipitata dopo un salto di oltre tre metri. È stata soccorsa subito dai presenti ma quando è arrivata l’ambulanza del 118 era incosciente. Ha riportato un grave trauma cranico ed è il motivo per cui ora è ricoverata in fin di vita nella terapia intensiva della Neurochirurgia. Gli investigatori dell’Arma dovranno compiere tutti gli accertamenti necessari per escludere che nella caduta sia coinvolto il fidanzato. Il giovane è già stato interrogato a lungo e al momento la sua versione dei fatti sembra essere attendibile. 


ULTIME NEWS