Cilento. Blackout durante il matrimonio: promessi sposi costretti a chiamare il sindaco

Cilento. Blackout durante il matrimonio: promessi sposi costretti a chiamare il sindaco

Blackout durante il matrimonio: promessi sposi costretti a chiamare il sindaco

«Pronto, è il sindaco? Noi ci dovremmo sposare e manca la corrente. Come si fa?». E’ accaduto l’altra mattina a Castellabate. Attimi di disagio, l’interruzione della funzione e qualche lamentela. L’Enel, infatti, aveva programmato l’interruzione della corrente elettrica proprio mentre due fidanzatini stavano per convolare a nozze. E così, all’improvviso, in chiesa ha smesso di funzionare il microfono del sacerdote, l’organo, le luci e tutto ciò che ha bisogna di energia elettrica. Gli sposi hanno deciso di chiamare al cellulare il sindaco. Il primo cittadino, Costabile Spinelli, si è messo in contatto con l’Enel e ha cercato di risolvere il problema nel più breve tempo possibile. Le preghiere hanno aiutato sicuramente e quando la corrente è tornata, è scattato il fatidico «si». Marito e moglie sono poi andati a festeggiare insieme ad amici e parenti. Tutto bene quel che finisce bene, dunque.


ULTIME NEWS