Carabinieri, cambio al vertice della Legione Campania

Carabinieri, cambio al vertice della Legione Campania

Carabinieri, cambio al vertice della Legione Campania

Questa mattina, nella storica caserma “Salvo D’Acquisto”, alla presenza del Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, Comandante Interregionale “Ogaden”, il Generale di Brigata Gianfranco Cavallo, dopo quasi tre anni a Napoli (dal 12 dicembre 2013), ha ceduto al Generale di Brigata Mario Cinque il Comando della Legione Carabinieri “Campania”. Alla cerimonia militare hanno partecipato rappresentanze di militari del Comando Legione, dei Comandi Provinciali della Campania, dei Reparti Speciali della Città di Napoli, del Consiglio di Base di Rappresentanza e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.
Il Generale Cavallo, laureato in Giurisprudenza a Modena nel 1988,  è stato destinato al prestigioso incarico di Comandante della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Firenze, unico Istituto di settore presente su tutto il territorio nazionale, che assumerà il prossimo 15 ottobre.
Nei circa 40 anni di servizio nell’Arma, l’Alto Ufficiale, dopo aver frequentato l’Accademia Militare di Modena, ha ricoperto numerosi e prestigiosi incarichi, tra cui quelli di Comandante dei Reparti Operativi di Palermo e Roma, dei Comandi Provinciali di Savona e Bari, nonché di Stato Maggiore presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri quale Capo del V Reparto (rapporti con la stampa ed il cerimoniale) e successivamente del III Reparto (informatica, telematica ed equipaggiamenti speciali). Il 12 dicembre 2013 ha assunto il Comando della Legione Carabinieri “Campania” – che conta più di 8.000 militari presenti presso 5 Comandi Provinciali, 3 Gruppi, 2 Reparti Territoriali, 43 Compagnie, 12 Tenenze e 348 Stazioni- ove sono stati raggiunti considerevoli risultati sia dal punto di vista operativo che in relazione alle complesse situazioni infrastrutturali connesse alla dislocazione di Reparti dell’Arma in sedi più confacenti e confortevoli alle esigenze del personale. Per il Generale Mario Cinque è invece un “ritorno” all’ombra del Vesuvio. Ha conseguito il diploma di Maturità Scientifica presso la Scuola Militare “Nunziatella” ed ha frequentato il 163° corso “Lealtà” dell’Accademia Militare di Modena. Nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi operativi, tra i quali quelli di Comandante della Sezione Anticrimine di Catania, e altri presso il Ros (Raggruppamento Operativo Speciale), Comandante del Reggimento Corazzieri ed Aiutante di Campo del Presidente della Repubblica, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Napoli, Capo Ufficio Operazioni del Comando Generale dell’Arma. Proviene dal Comando Generale dell’Arma, quale Capo del I Reparto (organizzazione delle forze). Il Generale Cinque ha conseguito il diploma di Laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Modena, il Master di 2° livello in Scienze Strategiche presso l’Università degli studi di Torino e si è laureato con lode in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata.


ULTIME NEWS