Pompei, Ercolano, Oplontis e Boscoreale: apertura straordinaria dei siti archeologici

Pompei, Ercolano, Oplontis e Boscoreale: apertura straordinaria dei siti archeologici

Pompei, Ercolano, Oplontis e Boscoreale: apertura straordinaria dei siti archeologici

Sabato 24 e domenica 25 settembre le aree archeologiche vesuviane aderiscono alle Giornate Europee del Patrimonio, che interesseranno con iniziative e aperture straordinarie tutti i luoghi d’arte e della cultura statali. Nella serata di sabato 24 settembre, inoltre, i siti di Pompei, Ercolano, Oplontis e il museo di Boscoreale prevedono apertura straordinaria dalle 20.00 alle 23.00, al costo 1 euro, a complemento degli eventi programmati nel corso delle due giornate della manifestazione. A Pompei, sabato 24 dalle 9 alle 13, i funzionari della Soprintendenza saranno a disposizione dei visitatori, nella Basilica, dove sono esposte alcune opere dello scultore franco-polacco Igor Mitoraj, e nel Tempio di Iside, recentemente riallestito con copie di alcuni reperti ivi rinvenuti e dove e’ possibile assistere a una ricostruzione filmata delle cerimonie connesse al culto della dea. Nelle due giornate sara’ distribuito materiale informativo della Basilica, del Tempio di Iside, del Macellum, del Larario dei Pompeianisti. Sabato 24, dalle 20 alle 23 (ultimo ingresso alle 22), Pompei propone l’accesso alla Villa Imperiale, all’Antiquarium con gli ambienti dedicati alla realta’ virtuale e la mostra “Sacra Pompeiana” sui luoghi di culto della Pompei pre-romana, e il complesso del Teatri dove vengono effettuate proiezioni multimediali a tema. Per l’occasione sara’ a disposizione materiale informativo sugli edifici visitabili. A Ercolano, sabato 24 e domenica 25, dalle 9.30 alle 17.30, saranno eccezionalmente aperti al pubblico: la Casa dei due Atri, con cucina e bancone; la Casa dei Cervi, visitabile in gruppi di massimo 25 persone; il Pistrinum (Panificio) di Sextus Patulcius Felix, con l’apertura del forno; il Padiglione della Barca, dove, oltre alla barca e ai reperti inerenti la pesca ed il commercio via mare, sara’ allestita per l’occasione, una vetrina con reperti che caratterizzano il sito di Ercolano, gli straordinari cibi carbonizzati (pane, legumi, cereali, frutta?).  L’esposizione sara’ visitabile in gruppi di massimo 20 persone. Sabato 24, dalle 20 alle 23 (ultimo ingresso alle 22), sara’ visitabile il Padiglione della Barca, l’area dei Fornici, sfortunato ricovero per i circa 300 fuggiaschi che qui vi trovarono la morte e da dove e’ possibile osservare la linea dell’antica costa. E la terrazza di Nonio Balbio, un tempo affaccio privilegiato sul mare. Stabia svelera’ invece parte di un percorso inedito afferente la villa San Marco. Si tratta di parte dell’antica strada di collegamento tra il pianoro di Varano e il sottostante antico lido e che apre su due complessi distinti: quello a destra, che da’ accesso ad un settore termale e a parte di un peristilio panoramico pertinenti a una villa residenziale e l’altro a sinistra, costituito da un’area rustica dotata di una corte a pianta rettangolare e ambienti circostanti, accesso secondario alla Villa San Marco. L’apertura al pubblico e’ in programma sabato e domenica dalle 9 alle 13 con visita guidata alle 10. Anche l’Antiquarium DI Boscoreale propone in esposizione, per la prima volta dalla sua scoperta, il mosaico con trampoliere della villa del Tesoro delle argenterie di Boscoreale. Nel Luglio 2015 la Soprintendenza acquisto’ dal legittimo proprietario il mosaico con trampoliere proveniente dal calidarium (ambiente caldo) del settore termale della villa cosidetta del Tesoro di Argenterie della Pisanella. Il mosaico, in tessere bianche e nere, faceva parte della “Collezione De Prisco” e va a completare l’acquisizione allo Stato dei tre mosaici che decoravano i tre ambienti del quartiere termale della villa. Il reperto, oggetto di un primo intervento di restauro, incrementa l’esposizione della villa della seconda sala dell’Antiquarium. I visitatori potranno usufruire nel corso della mattinata di visite guidate a cura dei volontari della Pro loco “La Ginestra” e ancora nell’Auditorium assistere ad un filmato sull’eruzione pliniana del 79 d.C. L’Antiquarium sara’ visitabile anche nella serata di sabato 24, dalle 20 alle 23 (ultimo ingresso 22.00). Ad Oplontis, sara’ possibile usufruire di visite guidate alla Villa di Poppea a cura dell’Archeoclub di Torre Annunziata nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 settembre. La Villa sara’, inoltre, accesibile nella serata di sabato 24, dalle 20 alle 23 (ultimo ingresso alle 22.00). 


ULTIME NEWS