Una app per controllare le prostitute, sgominata banda

Una app per controllare le prostitute, sgominata banda

Una app per controllare le prostitute, sgominata banda

Una App spia, installata sui loro cellulari, controllava i movimenti delle prostitute. E i loro guadagni venivano reinvestiti nella produzione industriale di marijuana. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri del Comando provinciale di Torino, che hanno arrestato dieci albanesi. Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di reclutamento, sfruttamento e induzione alla prostituzione. Tra le accuse anche usura, estorsione, lesioni aggravate e produzione di droga.

I militari della Compagnia di Torino Oltre Dora, grazie ad una indagine durata diversi mesi, hanno scoperto le coltivazioni di canapa indiana in boschi isolati e in aree appositamente disboscate per la droga. Oltre 4 mila le piante di marijuana, per un valore di diversi milioni di euro, sequestrate dai carabinieri.


ULTIME NEWS