Salernitana e Ultras giocano insieme: all’Arechi la “partita del cuore”

Salernitana e Ultras giocano insieme: all’Arechi la “partita del cuore”

Salernitana e Ultras giocano insieme: all'Arechi la "partita del cuore"

di DARIO CIOFFI

In campo. Tutti insieme. Per la “partita del cuore”. La Salernitana e i suoi ultras. Accadrà il prossimo 5 ottobre, alle ore 20, allo stadio Arechi. Con un solo obiettivo: aiutare il piccolo Francesco nella sua battaglia per la vita. Il bimbo del quartiere Matierno, d’appena un anno, dovrà sostenere a breve un trapianto di fegato e l’evento, con ingresso gratuito e offerta libera da donare all’interno della Curva Sud ricevendo gadget dei gruppi e della società granata, servirà appunto per aiutare la famiglia Melchiorre e il loro baby-supporter. Ieri è stato ufficialmente indetta la manifestazione, alla presenza del tecnico Giuseppe Sannino, del team manager Salvatore Avallone e degli rappresentanti della Curva Sud Siberiano che tramite la voce guida degli ultras, Mino Caputo, hanno fatto appello alla città e all’intera provincia di Salerno: «È un’iniziativa nata dalla gente, perché prima che ultras siamo genitori. Il 5 ottobre tutti all’Arechi, con il cuore, per il piccolo Francesco».

SU METROPOLIS QUOTIDIANO DOMANI IN EDICOLA UNA PAGINA SPECIALE SULL’INIZIATIVA


ULTIME NEWS