Salerno piange Sasà, l’artista dei fornelli

Salerno piange Sasà, l’artista dei fornelli

Salerno piange Sasà, l'artista dei fornelli

SALERNO – La città di Salerno piange uno dei suoi storici ristoratori: si è spento all’età di 65 anni Salvatore Luongo, meglio noto come Sasà, titolare di una delle trattorie più caratteristiche di corso Vittorio Emanuele. Luongo è morto ieri al termine di una lunga battaglia con una terribile malattia: questo pomeriggio alle 16.30 nella chiesa di Santa Maria delle Grazie di Coperchia si terranno i funerali. Una morte che lascia il segno: da anni, infatti, la trattoria “Da Sasà”, situata a pochi metri dal tribunale di Salerno, era diventata un punto di riferimento per i salernitani e gli avventori che si recavano nel suo locale per gustare i rinomati piatti a base di pesce. Una storia cominciata negli anni Settanta, con la prima sede del locale in via Diaz. I successi ai fornelli, poi, lo portarono a trasferirsi sul centralissimo corso Vittorio Emanuele dove tutt’ora è attivo il ristorante adesso gestito dai figli. 


ULTIME NEWS