L’occhio dell’Antimafia sull’assegnazione degli alloggi popolari a Scafati

L’occhio dell’Antimafia sull’assegnazione degli alloggi popolari a Scafati

L'occhio dell'Antimafia sull'assegnazione degli alloggi popolari a Scafati

SCAFATI – Sulla graduatoria degli alloggi al Comune di Scafati resta alto l’interesse della magistratura. Dopo il focus sui nove casi di assegnazione o detenzione di immobili pubblici, l’Antimafia ha analizzato le mancate riscossioni delle quote mensili che ogni assegnatario deve al Comune di Scafati. E tra i morosi è spuntato un fedelissimo del sindaco Pasquale Aliberti, attivo nel settore dei Servizi sociali, che ha regolarizzato la propria posizione soltanto qualche giorno fa dopo l’avvio dell’attività investigativa portata avanti dalla Direzione investigativa Antimafia. Quanto scoperto dagli inquirenti potrebbe finire al vaglio del pm Vincenzo Montemurro già a partire da oggi, quando riprenderà il lavoro per poter completare la documentazione da presentare al Tribunale del Riesame il prossimo 7 novembre, per poi attendere la decisione definitiva del 17 novembre. Tanti i nominativi attenzionati dalla magistratura, che in questi anni non avrebbero verso regolamente le quote nelle casse del Comune di Scafati.

+++GLI APPROFONDIMENTI NELL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS+++


ULTIME NEWS