“Colpa delle Stelle”, arrestata Shailene Woodley: l’arrivo della polizia in un video

“Colpa delle Stelle”, arrestata Shailene Woodley: l’arrivo della polizia in un video

"Colpa delle Stelle", arrestata Shailene Woodley: l'arrivo della polizia in un video

L’attrice Shailene Woodley, nota al pubblico per aver interpretato il ruolo di protagonista nel film “Colpa delle Stelle” è stata arrestata ieri per aver protestato contro un progetto di oleodotto in North Dakota e ha postato sui social il momento dell’arrivo della polizia. In serata è stata rilasciata.

Le accuse sono di “sommossa e sconfinamento”. “Ha molto gradito il grande sostegno non solo perosonale, ma soprattutto per la lotta contro al costruzione del Dakota Access Pipeline” ha detto un suo portavoce. Il video dell’arresto è stato visto già due milioni di volte sulla pagina Facebook dell’attrice, che stava trasmettendo live nel momento in cui è stata fermata dai poliziotti.

La protesta contro l’oleodotto ha sollevato un grande movimento tra i nativi americani, dopo che un giudice ha respinto la richiesta di una tribu Sioux locale, gli Standing Rock, di fermarne i lavori. L’oleodotto, lungo 1.886 chilometri, dovrebbe attraversare North e South Dakota, Iowa e Illinois con una capacità di oltre 500mila barili al giorno. L’opera, del costo di 3,8 miliardi di dollari, dovrebbe attraversare il fiume Missouri un chilometro a nord delle terre della tribu. Il fiume però è la principale fonte di acqua per gli ottomila abitanti della riserva e secondo i capi della tribu una perdita di petrolio causerebbe danni irreparabili. 


ULTIME NEWS