A Napoli torna la fiera internazionale “Canapa in mostra”

A Napoli torna la fiera internazionale “Canapa in mostra”

A Napoli torna la fiera internazionale "Canapa in mostra"

Storie, esperienze, confronti. Il tutto dipanato tra workshop, convegni e stand, in un week-end da non meno di 10mila visitatori provenienti da diverse parti del mondo. “Canapa in mostra” ricomincia da tre: tre giorni d’eventi e terza edizione per la kermesse in scena da domani a domenica (14-16 ottobre) alla Mostra d’Oltremare di Napoli.

La fiera internazionale della canapa industriale e medica è stata presentata ufficialmente ieri mattina, nella sala Italia del Teatro Mediterraneo. A tener a battesimo la manifestazione, tra gli altri, l’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele; il presidente dell’Associazione Canapa in Mostra, Emanuele Altezza; il direttore del Dipartimento di farmacia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Ettore Novellino; il presidente dell’Associazione Fracta Sativa Unicanapa, Nicomede Di Michele.

La canapa, la più antica fibra tessile usata dall’uomo e risorsa dai molteplici utilizzi, sta recentemente tornando a farsi spazio attraverso un rinnovato interesse sociale ed economico. L’intento della fiera, che già lo scorso anno ha richiamato nel polo del quartiere Fuorigrotta migliaia di visitatori da tutta Italia e dall’estero, è portare il grande pubblico e le istituzioni a conoscenza delle potenzialità della pianta, risorsa ecologica nel settore agricolo, energetico, medico, ricreativo, tessile, cartaceo e nella bioedilizia. Non solo. L’obiettivo è anche riportare alla memoria la lunga tradizione che lega il nostro Paese, e in particolare la regione Campania, alla canapa, offrendo un luogo di aggregazione, formativo e di scambio per addetti ai lavori, esperti, appassionati e curiosi. 

L’evento, alla sua terza edizione, è promosso dall’Associazione Canapa in Mostra con il patrocinio del Comune di Napoli. “Proponiamo la canapa come risorsa ecologica, cercando di scardinare i pregiudizi socio-culturali che si oppongono alla sua reale e massiva reintroduzione nel contesto italiano – spiegano gli organizzatori –. I campi di utilizzo di questa pianta sono già ad oggi tantissimi, ma con l’avanzare della tecnologia e delle scoperte scientifiche potrebbero diventare infiniti. Inoltre, la continua richiesta di nuove tecnologie ecosostenibili impone la necessità di nuove ricerche su questo materiale estremamente versatile”.

Anche in questa terza edizione alla Fiera saranno presenti espositori ed esperti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. Molto più numerosi rispetto al passato saranno gli ospiti stranieri, a testimonianza del successo riscontrato dall’evento nelle prime due edizioni. Novità di quest’anno sarà “Canapa in Tesi”: alla già consolidata serie di conferenze sarà infatti affiancata la presentazione di questo nuovo progetto editoriale, che vedrà pubblicare 10 estratti di tesi di laurea di studenti italiani riguardanti il topic “Cannabis a 360 gradi”, in particolare per quanto riguarda gli aspetti legali, psicologici, sociologici, agronomici, chimico/medici e agroindustriali. Infine, lo spazio dedicato alla gastronomia, alla musica e all’arte con la presenza di Ivan Artucovich (antiproibizionismo e sostenibilità – prima mostra in Italia).


ULTIME NEWS