Il calcio? Un gioco da donne

Il calcio? Un gioco da donne

Il calcio? Un gioco da donne

Giornata tutta al femminile quella andata in scena ieri, con le gare dei mondiali Under 17 che hanno visto scendere in campo Messico-Venezuela e Germania-Spagna, in entrambi i match sono state le squadre ospiti ad avere la meglio e a portare a casa il risultato per 2 reti a 1. In Italia è il Bentegodi a tingersi di rosa per la sfida tra l’Agsm Verona e il BIIK-Kazygurt, nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale della UEFA Women’s Champions League. La squadra guidata da Renato Longega prova a ribaltare il risultato dell’andata, in Kazakistan, infatti, le scaligere avevano rimediato un amaro 3-1. Il Verona però viene fermato sul 1-1 e dice addio, a testa alta, all’Europa. Dopo un primo tempo in cui è la squadra di mister Petrov ad avere la meglio grazie alla rete arrivata al 40′ di Gabelia, il Verona rientra in gara al 58′ con un calcio dagli undici metri firmato da capitan Gabbiadini. Le gialloblu provano il tutto per tutto ed è ancora la Gabbiadini a regalare l’ultimo brivido con un tiro al 91′ che finisce dritto nelle mani del portiere avversario. Niente da fare per il Verona che dice addio al sogno Champions. Melania Gabbiadini lancia il cuore oltre la staccionata ed un altro in famiglia Gabbiadini, Manolo, prova a rincorrere un altro sogno, quello azzurro, segnare contro la Roma e non far rimpiangere l’assenza di Milik. Una giornata tutta in rosa che si tinge, grazie al sogno del Napoli, di azzurro. 


ULTIME NEWS