NAPOLI-ROMA. Gol annunciati, lo insegna la storia

NAPOLI-ROMA. Gol annunciati, lo insegna la storia

Gol annunciati, lo insegna la storia

Il flop di Bergamo e il terribile incidente di Milik spezzano la convincente serie positiva del Napoli di Sarri, ma le squillanti vittorie in Champions e l’avvio brillante in campionato necessitano di una verifica sabato contro la Roma di Spalletti che segna molto, ora anche con Dzeko, ma soffre in difesa. Una sorta di primarie per definire l’avversaria scudetto della Juve dei record, ma anche un derby ormai decisivo per gli obiettivi ambiziosi delle due squadre affidate a due tecnici perfezionisti e amanti del bel gioco, diversi ma affini e provenienti da due paesini toscani vicini. La Roma ha il totem Totti in panchina, il Napoli si affida al suo capitano Hamsik, centrocampista da 101 gol. La fuga di Higuain sembrava meno dolorosa con l’impatto di Milik, ma ora tocchera’ a Gabbiadini ritagliarsi uno spazio piu’ importante, anche se un apporto non indifferente lo fornisce Callejon: 5 gol in 7 partite, 50 nel Napoli di cui 3 nelle ultime 6 con la Roma. Spalletti sa bene che un ko sabato riporterebbe in alto mare la Roma, che ha appena perso il fuoriclasse del mercato Sabatini. Ma anche per Sarri un nuovo stop produrrebbe seri danni, e fra l’altro con la Roma finora non ha mai vinto. Il derby del Sole e’ da sempre un festival del gol tanto che in 86 anni gli 0-0 hanno intristito il pubblico solo 20 volte, e solo due negli ultimi 18 anni. A tanta grazia hanno contribuito attaccanti come Amadei, Da Costa, Pruzzo, Totti, Vinicio, Sivori, Maradona, Cavani. Che non sia una sfida normale si capisce fin dalla prima gara, il 2-2 a campo Testaccio nel 1929, col giallo di un gol fantasma del Napoli con pallone che buca la rete che poi un raccattapalle si affretta a rammendare. L’anno dopo i primi successi, auspici Volk e Sallustro, miti degli anni ’30. Poi equilibrio con fiammate romaniste (4-0 nel 1935 con tripletta di Guaita; 5-1 nel 1941 con tris di Amadei verso lo scudetto, e un 5-2 nel 1953). A fine decennio due successi esterni del Napoli (3-1 e 2-0 con zampata di Vinicio) che scatenano la reazione nella Pasqua del 1959: 4-0 dopo 22′ e 8-0 finale con tris di Da Costa, un tracollo storico. Ma il Napoli rialza la testa: rimonta una tripletta di Manfredini nel 1963, infligge quattro ceffoni nel 1971 e poi la Roma non vince per 9 anni. Perfino il dream team di Liedholm e Falcao subisce un 4-0 nel 1980 complici due autoreti. Le due squadre decollano: la Roma a cavallo dello scudetto centra 5 successi di fila, tra cui un 5-2 e un 5-1 in otto mesi nel 1983. Ma arriva il tempo di Maradona che nel 1987 sigla il successo all’Olimpico, poi ecco il fattaccio del 25 ottobre: la Roma in vantaggio e con due uomini in piu’ si fa raggiungere da Francini, Bagni che si rivolge alla Curva Sud col gesto dell’ombrello. E’ la fine del gemellaggio tra le due tifoserie con una strascico che culmina nell’omicidio Esposito due anni fa. Maradona trascina il Napoli al secondo scudetto nel 1990 grazie anche al 3-1 sulla Roma con una doppietta su rigore. A fine secolo il Napoli va in crisi e la Roma nel approfitta: 4-1 nel 1996 con tripletta di Delvecchio, 6-2 con Zeman e tris di Balbo nel 1997. Quando il Napoli torna in A nel 2007 c’e’ un pirotecnico 4-4, l’anno dopo l’ 1-1 e’ contrassegnata da gravi incidenti tra tifoserie, nel 2009 una doppietta di Totti (7 gol in 17 gare) costa la panchina a Donadoni. Il resto e’ storia recente: doppio successo nel 2010 con Hamsik e Cavani dopo un lungo digiuno. Due anni dopo spietata tripletta di Cavani per il 4-1 che tramortisce la Roma di Zeman. I giallorossi reagiscono con un 2-1 e un 2-0 con doppietta di Pjanic su punizione e rigore. Poi I partenopei eliminano i rivali nelle semifinali di Coppa Italia e inanellano tre vittorie di fila con Callejon sempre in gol. Nel 2015 un gol di Pjanic aiuta la Roma ad arpionare la Champions mentre pochi mesi fa quello di Nainggolan illude di poter raggiungere il secondo posto, ma il Napoli di Higuain e Sarri non cede di un millimetro.


ULTIME NEWS