La lettera di Stefania: “Se muoio affidate i miei figli ai mio padre e mia madre”

La lettera di Stefania: “Se muoio affidate i miei figli ai mio padre e mia madre”

La lettera di Stefania: "Se muoio affidate i miei figli ai mio padre e mia madre"

Stefania Formicola aveva paura di morire e l’ava scritto nel 2013 in una lettera, dopo l’ennesima lite con il marito. Lo rivela il papà della donna uccisa ieri a Sant’Antimo con un colpo di pistola al petto e mostra una lettera a firma della figlia nella quale c’è scritto: «Alla mia morte, qualunque ne sia la causa, mio figlio deve essere affidato a mia madre e mio padre e in caso di loro morte a mia sorella Fabiana». La lettera è di aprile 2013, poi Stefania ha avuto un altro figlio da Carmine D’Aponte, ma la situazione non è migliorata, al punto che 15 giorni fa era andata via da casa dopo che il marito le aveva puntato contro una pistola. Forse, la stessa pistola con cui ieri mattina l’ha uccisa.


ULTIME NEWS