Napoli. Protesta per l’ospedale San Gennaro, ma resterà solo il pronto soccorso

Napoli. Protesta per l’ospedale San Gennaro, ma resterà solo il pronto soccorso

Napoli. Protesta per l'ospedale San Gennaro, ma resterà solo il pronto soccorso

Sono in tanti oggi a manifestare contro la chiusura dell’ospedale San Gennaro a Napoli. Inutile l’intervento del governatore della Campania, Vincenzo De Luca che aveva rassicurato i pazienti sulla riconversione del nosocomio cittadino e soprattutto, dopo un incontro con il dirigente dell’Asl Na 1, aveva ridefinito compiti e funzioni del San Gennaro. “Riorganizzazione e potenziamento” i due principi annunciati dal numero uno di Palazzo Santa Lucia: “restera’ un presidio al servizio della citta’ di Napoli, aperto ai cittadini, cosi’ come tutte le strutture ospedaliere del territorio urbano. Sara’ un ‘Punto di Primo Intervento’ – aveva chiarito – (Psaut con Saut 118), ovvero Servizio di Assistenza e Urgenza Territoriale. Il Pronto soccorso sara’ garantito 24 ore su 24, con ambulanza fissa dedicata”.  I residenti del rione Sanita’, i comitati, guidati dal presidente della municipalita’ Ivo Poggiani, non hanno pero’ abbandonato il presidio permanente e stamane hanno organizzato una protesta che sta attraversando la citta’, alla testa del lungo corteo lo slogan: ‘Sanita’ negata De Luca ridacci l’ospedale’.


ULTIME NEWS