Tre detenuti evasi da Rebibbia, si sono calati con una corda

Tre detenuti evasi da Rebibbia, si sono calati con una corda

Tre detenuti evasi da Rebibbia, si sono calati con una corda

Tre detenuti sono evasi nella notte dal carcere di Rebibbia a Roma. L’evasione, a quanto si apprende, è scattata nella notte intorno alle 3: i detenuti, ancora non si sa come, sono riusciti a segare le sbarre della cella e si sono calati fuori dal penitenziario utilizzando una corda e alcune lenzuola.

Uno di loro era in carcere per omicidio e avrebbe finito di scontare la pena nel 2041, gli altri due erano stati condannati uno per tentato omicidio e l’altro per sfruttamento della prostituzione.

I tre, cittadini albanesi che si trovavano nel reparto G9, hanno scavalcato il muro nello stesso punto in cui lo scorso febbraio era già avvenuta un’altra evasione. Ad accorgersi della fuga sono stati alcuni agenti che hanno trovato la corda appesa al muro di cinta, verso le 6:30.

Nella notte sono stati portati a Rebibbia i detenuti evacuati dal carcere di Camerino in seguito al terremoto.


ULTIME NEWS