JUVENTUS-NAPOLI 2-1. Allegri: “A Higuain non ho detto nulla”

JUVENTUS-NAPOLI 2-1. Allegri: “A Higuain non ho detto nulla”

Allegri: "A Higuain non ho detto nulla"

“Se pareggiavamo o perdevamo non cambiava molto, ma questo e’ un risultato importante perche’ abbiamo messo il Napoli a sette punti da noi: non e’ pero’ una vittoria decisiva, la Roma e’ a soli cinque punti e puo’ arrivare a due. E’ una squadra che puo’ ambire al titolo, cosi’ come il Napoli perche’ mancano ancora tantissimi punti”. Massimiliano Allegri commenta cosi’, ai microfoni di Mediaset Premium, il successo della Juventus contro il Napoli nell’anticipo della 11esima giornata. “Abbiamo preso un gol evitabile ma i ragazzi sono stati bravi – ha spiegato il tecnico bianconero – Nel secondo tempo ci siamo presi dei rischi, abbiamo pressato alti e spesso rimanevamo uomo contro uomo dietro: una dimostrazione che i difensori che ho possono giocare a campo aperto contro tutti, senza bisogno di protezione. Abbiamo alzato il ritmo e la velocita’, prendendo il sopravvento, anche perche’ avevamo in campo piu’ giocatori che strappano le partite come Cuadrado”. Allegri si e’ poi soffermato sulle prestazioni individuali dei suoi giocatori: “Come ho gestito Higuain? Non gli ho detto niente, sapeva che avrebbe giocato e ha fatto una buona partita. Non deve sentirsi un traditore, ha fatto il gol decisivo e tante buone giocate, cosi’ come Mandzukic. Insieme sono stati bravi, sono contento della loro prestazione. Pjanic in difficolta’? Miralem nel primo tempo ha fatto bene sul piano difensivo e degli inserimenti. Nel secondo ha faticato di piu’, ha giocato tantissime partite, era un po’ in affanno ma solo per un debito d’ossigeno, non per un modulo non adatto a lui. I numeri di Pjanic di questa stagione sono importanti, tra gol e assist ha fatto bene. In questo momento, con gli infortunati, diventa difficile rinunciare a lui. La prestazione di Hernanes? A me dispiace sentire i fischi per chi esce. Ha fatto una buona partita, non era semplice contro il Napoli, ha recuperato molti palloni e ha dato geometrie. I giocatori vanno sostenuti sempre e comunque”.


ULTIME NEWS