CRAC MATACHIONE. Effetto domino, fallite anche le tre farmacie di Torre Annunziata

CRAC MATACHIONE. Effetto domino, fallite anche le tre farmacie di Torre Annunziata

Effetto domino, fallite anche le tre farmacie di Torre Annunziata

L’effetto domino è stato inevitabile. Anche le farmacie di Torre Annunziata del gruppo Matachione, ufficialmente intestate alla compagna dell’imprenditore fallito Nazario Matachione, la dottoressa Ivana Borrelli, denominate “Farmacie Principe di Savoia”, saranno chiuse dal Tribunale. Non è arrivata, infatti, alcuna proposta di risanamento nei termini prestabiliti. Il tutto, considerando la poca chiarezza della situazione debitoria, cosa che mette a forte rischio di bancarotta fraudolenta l’imprenditore originario di Torre del Greco. Il crac ufficialmente è di 20 milioni, ma si teme che i debiti siano di gran lunga superiori, al punto che indiscrezioni parlano di esposizioni di circa 50 milioni, considerando anche i debiti accumulati verso i dipendenti che non hanno ricevuto le spettanze degli ultimi mesi. Alcuni, dovrebbero addirittura percepire degli stipendi arretrati di qualche anno, relativi al periodo in cui Nazario Matachione fu arrestato con l’accusa di corruzione.

Le tre farmacie di Torre Annunziata destinate alla chiusura sono la “Farmacia del Corso” (che nelle pubblicità Matachione ha sempre vantato come la più grande farmacia di un centro storico in Italia), la farmacia “Lavarone” e la farmacia “Vittorio Veneto”, due delle quali centralissime e vicine tra loro, che offrono un servizio indispensabile a migliaio di utenti sul territorio.

Un fallimento che non è stato evitato dall’imprenditore, nonostante in suo soccorso sia arrivata la “So.Farma.Morra”, che non ha presentato istanza alla fallimentare nonostante vantasse crediti per svariati milioni. “Alliance Healtcare Italia” e “Cofimar Distribuzione” hanno invece proseguito nel riconoscimento dei loro diritti, chiedendo oltre 20 milioni di forniture non pagate da Matachione. Le farmacie di Torre Annunziata, quindi, chiudono in base all’effetto domino, nonostante siano state intestate ad altri soggetti: coinvolti nel fallimento sono anche la società “La Madonnina” dell’imprenditore Massimo Chimenti e la “Farmacia del Corallo”. la sas della compagna di Matachione, Ivana Borrelli. 


ULTIME NEWS