Smog in penisola sorrentina, verifiche dell’Arpac: installate le centraline

Smog in penisola sorrentina, verifiche dell’Arpac: installate le centraline

Le centraline anti-smog in Penisola Sorrentina

Centraline anti-smog in centro storico e in collina per “indagare” con urgenza sull’inquinamento dell’aria. E’ la svolta in arrivo a Piano di Sorrento dove l’amministrazione ha preso contatti con l’Arpac per far installare i rilevatori nei punti chiave del territorio. Si tratta di un progetto fortemente voluto dal consigliere comunale di opposizione del Movimento Cinque Stelle Salvatore Mare che aveva presentato anche una mozione. Il sindaco Vincenzo Iaccarino ha aperto all’ipotesi di effettuare dei controlli sull’inquinamento e l’ha annunciato nel corso dell’ultima seduta di consiglio comunale. A questo punto Mare ha ritirato la mozione visto che il primo cittadino ha garantito pubblicamente il suo impegno. Ci sarà una verifica iniziale sulla fattibilità degli interventi già nei prossimi giorni.
Le centraline saranno installate probabilmente dopo le festività natalizie.

 

Il Comune di Piano di Sorrento sta in tal senso discutendo con l’Arpac che si occuperà in prima linea del monitoraggio. L’incubo smog, dunque, resta più che attuale in penisola sorrentina. «Riteniamo opportuno avviare al più presto questi controlli per la salute pubblica – dichiara Mare, consigliere pentastellato -. Sono soddisfatto che il sindaco Iaccarino abbia condiviso il senso della mozione e che in consiglio comunale abbia condiviso questa esigenza. Attendiamo a questo punto che con urgenza l’Arpac e il Comune possano avviare gli interventi. Oramai l’emergenza ambientale nel nostro territorio è sempre più tangibile, bisogna fare qualcosa. Auspichiamo soluzioni incisive anche sul tema traffico».

Insomma, non solo lotta continua agli scarichi illeciti e all’inquinamento del mare. A Piano di Sorrento è sul tavolo pure la questione smog. E tutto ciò si riconduce, così come evidenzia lo stesso Mare, all’irrisolta querelle traffico su cui Federalberghi penisola sorrentina invoca con urgenza l’avvio di un tavolo di concertazione con il prefetto di Napoli Gerarda Pantalone. Bisogna trovare una soluzione al caos che si crea quotidianamente, anche in bassa stagione, nei tornanti della Statale sorrentina 145. In particolare in località Seiano, all’ingresso di Vico Equense e a ridosso della galleria Santa Maria di Pozzano. I cittadini sono in subbuglio. A Vico Equense, la scorsa estate, fu fatta una petizione trasmessa al sindaco Andrea Buonocore in cui commercianti e operatori chiesero espressamente di predisporre un’apposita ordinanza per vietare il transito ai mezzi pesanti in centro. Un fronte tuttora aperto e acuito dagli interventi di manutenzione straordinaria da effettuare presso il viadotto San Marco i cui appoggi, come ha precisato l’Anas nei giorni scorsi, dovranno essere sostituiti.


ULTIME NEWS