San Giuseppe. Boom sprechi, la grande abbuffata sotto l’albero

San Giuseppe. Boom sprechi, la grande abbuffata sotto l’albero

San Giuseppe, la grande abbuffata sotto l'albero

L’amministrazione comunale di San Giuseppe Vesuviano ha deciso di fare le cose in grande in vista del Natale. Un mese di dicembre che, almeno sulla carta, si preannuncia tutto da vivere. Anche perché è stato pagato a peso d’oro dall’Ente di piazza Elena d’Aosta. Spese pazze a cui sindaco e fedelissimi non hanno voluto rinunciare in un calendario fitto di eventi, mostre e spettacoli teatrali pronti ad allietare i cittadini sangiuseppesi e non solo. Oltre 150mila euro verranno spesi dall’amministrazione comunale di San Giuseppe Vesuviano per i festeggiamenti del Natale. Diciotto tra associazioni e aziende saranno pagati tra affitti di locali, materiale da impiegare e le manifestazioni che si terranno sul territorio comunale.
Si va dall’inaugurazione della quarta stagione de “La Magia del Natale” – l’evento più pagato dal Comune che partirà domani e durerà fino all’Epifania – agli spettacoli per bambini, fino al musical di Giacomo Rizzo, i concerti in tributo all’Orchestra Italiana di Renzo Arbore fino alla Notte bianca. Tutto in un mese o poco più di eventi pagati oro dal Comune. Spese che l’ente ha distribuito in 18 frazioni, tra cui spiccano l’organizzazione dell’evento Magia del Natale (40mila euro) e l’installazione del Villagio Natalizio (altri 30mila euro). Regali fatti alla cittadinanza sangiuseppese in vista del prossimo 25 dicembre, per cui l’amministrazione comunale non ha badato a spese. Anche se sotto l’albero al sindaco Catapano è stato chiesto ben altro, qualche evento in meno e una sistemazione in più dei marciapiedi cittadini. Soprattutto nelle aree periferiche dove la richiesta di doni è maggiore in special modo per lo sversamento continuo di rifiuti e per i continui sabotaggi alla pubblica illuminazione con cui è costretto a combattere il Comune.
Le luminarie del caos. Discorso a parte va fatto per le luminarie, per cui l’amministrazione comunale ha deciso di impegnare la bellezza di circa 50mila euro. Nei giorni scorsi gli operai della ditta incaricata dell’installazione – da cui l’ente ha anche noleggiato le luci che avrebbero dovuto ridare vita a piazza Garibaldi e e le arterie adiacenti della città – sono stati costretti, su ordine degli agenti del vicino commissariato di polizia, a rimuovere le luci del Natale installate nei giorni precedenti. Non rispettavano gli standard di sicurezza e pertanto gli uomini in divisa hanno disposto lo smantellamento delle luci che – secondo quanto filtra dagli uffici di piazza Elena d’Aosta – saranno rimontate in breve tempo per garantire “l’illuminazione natalizia” promessa dal Comune. Restano sul groppone dell’amministrazione i 50mila euro spesi per un servizio partito male e già al centro di polemiche da parte dei cittadini sangiuseppesi.


ULTIME NEWS