Politica & camorra. In manette anche il capo dell’ufficio tecnico di San Giuseppe

Politica & camorra. In manette anche il capo dell’ufficio tecnico di San Giuseppe

San Giuseppe, arrestato il capo dell'Utc

A San Giuseppe Vesuviano ancora non ci credono. Il day-after di un’operazione della Dia nel Comune di Pago del Vallo di Lauro, una piccola comunità della provincia di Avellino, ha ripercussioni anche nella vita amministrativa della città vesuviana. Tra gli 11 arrestati di un maxi-blitz di due giorni fa c’è un volto noto in Comune: l’ingegnere e capo dell’ufficio tecnico comunale Antonio Rega. Il dipendente di piazzale Elena d’Aosta che ha da oltre 3 anni ricopre l’incarico all’ombra del Santuario di San Giuseppe è stato coinvolto in un’inchiesta della Dda e dunque non legati alle vicende strettamente cittadine.
Fatto sta che una nuova bufera giudiziaria si abbatte sul municipio sangiuseppese e dall’amministrazione comunale si registra solo un certo imbarazzo per una notizia che è venuta fuori tardivamente. Il caso fa riaccendere i fari sul municipio di San Giuseppe già al centro di numerose inchieste nel corso del 2016. Dalla ‘bolla di sapone’ per la Fiera di Natale, al rinvio a giudizio per una dipendente del Comune per presunti favori alla ditta Nu per le assunzioni. Insomma un anno movimentato che ora vede travolto il super-tecnico responsabile del servizio di Edilizia e Urbanistica.
La vicenda. Abuso d’ufficio, concussione ed estorsione, reati aggravati dal metodo mafioso. Per questo sono stati arrestati da agenti della Questura di Avellino, amministratori comunali, ex e attuali, funzionari comunali, vigili urbani, imprenditori e pregiudicati di Pago del Vallo di Lauro. L’indagine è stata condotta dal pm della Dda di Napoli Francesco Soviero coordinato dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Gli arrestati sono l’ex sindaco di Pago Giuseppe Corcione, misura cautelare della custodia cautelare in carcere; Luigi Vitale, misura cautelare della custodia cautelare in carcere; Andrea Amoroso; Luigi Scafuro; Antonio Scafuro; Francesco Scala, Antonio Rega, Carmine Bossone, Luigi Scafuro, Vincenzo Grasso, Raffaele Scubelli, tutti agli arresti domiciliari.


ULTIME NEWS