Luci di Natale e addobbi, a Castellammare c’è il…palazzo d’artista

Luci di Natale e addobbi, a Castellammare c’è il…palazzo d’artista

Natale, il palazzo "d'artista" di Castellammare

L’idea è semplice, il risultato eccezionale. Ci fosse un premio per la decorazione natalizia più bella a Castellammare di Stabia, non ci sarebbe partita: la vittoria per il palazzo che si staglia alto su piazza Spartaco sarebbe scontata. Un “palazzo d’artista”, con un albero di Natale fatto di luci che si snoda lungo tutti i sette piani dello stabile. Uno spettacolo che da giorni sta incantando le migliaia di persone che passano nella piazza al centro di Castellammare, scattando foto a ripetizione. L’idea è dell’amministratore di condominio Emanuele Gargiulo che è riuscito a coinvolgere tutte le famiglie che abitano nel palazzo, creando una decorazione unica nel suo genere. «L’ho studiata, calcolando le proporzioni e poi l’ho montata piano per piano – racconta Gargiulo – Da anni facciamo la decorazione a gradoni ma quest’anno volevamo fare qualcosa di diverso e il risultato è stato davvero gratificante». Il “palazzo d’artista” di Castellammare di Stabia conta 28 condomini «e tutti hanno partecipato a questa iniziativa – spiega Gargiulo – Sono partito dall’ultimo piano a scendere giù, balcone per balcone e le eccedenze dei fili ho fatto in modo da trasformarle in una riproduzione di palle di Natale». L’effetto visivo è eccezionale e realizzare l’enorme albero di luci è costato poche decine di euro a famiglia. «E’ stata più la fatica», sorride l’amministratore di condominio che spera che qualcuno a Castellammare possa riprendere la sua idea «non mi sono mai piaciute le decorazioni “arlecchino” – dice – ci sono tanti palazzi in città che si presterebbero a realizzare progetti come questo e si creerebbe davvero un bel effetto per le festività natalizie. In fondo, basta mettere d’accordo le famiglie e un po‘ d’inventiva e buona volontà a pensare al tipo di decorazione adeguata alla conformazione del palazzo».   

Emanuele Gargiulo, infine, promette: «Per l’anno prossimo cercheremo di farlo ancora più bello. Ho già in mente alcune idee soprattutto per migliorare la luminosità».

E chissà, che dalla sua creazione non possa nascere “Palazzi d’artista”, un’idea che potrebbe trasformarsi in una nuova attrazione.


ULTIME NEWS