Tutti pazzi per il Real, Napoli in fibrillazione. Hamsik: “Che emozione”

Tutti pazzi per il Real, Napoli in fibrillazione. Hamsik: “Che emozione”

Napoli, tutti pazzi per il Real

Tutti pazzi per il Real. Un’intera città è in fibrillazione dopo il sorteggio che ha messo di fronte negli ottavi di finale di Champions League il Napoli ed il club piu’ prestigioso al mondo. Nessuno recrimina sulla malvagità dell’urna che avrebbe potuto essere più generosa con gli azzurri. I tifosi del Napoli non vedono l’ora di confrontarsi con i blancos, vivere due giornate speciali e poi vada come vada, in ogni caso sara’ stato bello ed affascinante aver partecipato, esserci stati. Le agenzie di viaggio della città sono state prese d’assalto dal popolo dei sostenitori azzurri. In migliaia hanno prenotato i voli diretti o con tappa intermedia per Madrid. I biglietti per entrare al Santiago Bernabeu ed assistere allo spettacolo, in programma fra due mesi, il 15 febbraio, non sono stati ancora messi in vendita e non si sa neppure ancora quanti tagliandi saranno riservati alla tifoseria ospite. Ma i napoletani non vogliono correre il rischio di trovare il biglietto per lo stadio e non riuscire ad arrivare in tempo nella capitale spagnola per mancanza di posto in aereo. D’altro canto, che quello con i madrileni sia un appuntamento straordinario lo pensano anche i calciatori azzurri. Il capitano, Marek Hamsik lo dice esplicitamente in un’intervista all’emittente televisiva Canale 21: ”Il Real Madrid è uno dei club piu’ forti al mondo. Sara’ emozionante affrontarli”. Del Real Madrid ha parlato anche, in un’intervista a Sportske Novosti, il croato Ivan Strinic che e’ diventata un vero e proprio ‘caso’. ”Cristiano Ronaldo? Sappiamo – ha detto – che lui è il top. Sappiamo che il Real Madrid è molto forte e che sara’ dura, ma stiamo giocando molto bene, se lo dovessimo affrontare la prossima settimana sarei ottimista sull’esito della gara, ma la partita sara’ solo tra qualche mese. Sicuramente ci sarà una fantastica atmosfera al San Paolo. Vendicheremo Maradona, faremo contro il Real Madrid quello che Diego non è riuscito a fare”. Il Calcio Napoli, però, non ha gradito questa ‘improvvisa’ esternazione del calciatore e sul suo canale ufficiale Twitter la societa’ ha chiarito che si è trattato non di una intervista, ma di una ‘conversazione privata’. ”Strinic – scrive il Napoli – ha precisato al giornalista che per diventare un’intervista, la conversazione doveva passare dall’ufficio comunicazione”. In ogni caso, che si sia trattato di una intervista o di una conversazione privata, Strinic e’ ben felice di affrontare il Real. Sarri, intanto, archiviata la pratica sorteggio con tutte le ansie e le emozioni che avra’ inevitabilmente comportato anche per lui, pensa al campionato ed al Torino. Domenica pomeriggio arriverà al San Paolo una squadra furiosa, ansiosa di riabilitarsi dopo la sconfitta nel derby, e ci sarà sicuramente da soffrire.

Ieri la squadra ha ripreso gli allenamenti nel centro tecnico di Castel Volturno con una seduta pomeridiana. La squadra si è divisa in due gruppi. Gli undici che sono andati in campo dall’inizio contro il Cagliari hanno svolto attivazione e lavoro tecnico. Gli altri uomini della rosa, dopo l’attivazione, sono stati impegnati in una serie di partitine a tema per poi terminare la seduta con una partita a campo ridotto. Terapie per Koulibaly che in Sardegna ha subito l’elongazione del legamento collaterale del ginocchio destro. Il difensore non potra’ giocare le prossime due gare di campionato prima della sosta e all’inizio di gennaio raggiungera’ la Nazionale senegalese per partecipare alla Coppa d’Africa.


ULTIME NEWS