La persiana cade in aula, alunna ferita: schiaffeggiato il sindaco di Boscoreale

La persiana cade in aula, alunna ferita: schiaffeggiato il sindaco di Boscoreale

Boscoreale, alunna ferita e sindaco schiaffeggiato

Boscoreale. «Mi hanno prima insultato, poi minacciato ed infine allontanato con degli schiaffi». E’ il primo cittadino Giuseppe Balzano a raccontare quanto accaduto ieri mattina nella casa comunale di Boscoreale. I fatti: intorno alle dieci una chiamata all’ufficio tecnico del Comune della dirigente scolastica del plesso Castaldi, del rione Pellegrini, avverte del cedimento di una parte della persiana. Il pezzo si sarebbe staccato durante le lezioni scolastiche e avrebbe sfiorato una bambina poi medicata. Di qui la decisione del primo cittadino di inviare sul posto personale dell’ufficio tecnico per verificare quello che era accaduto. La scuola contatta anche i genitori della piccola che, dopo essersi assicurati delle condizioni della piccola,   hanno deciso di recarsi in Municipio. «Sono stato avvertito dalla mia segreteria della presenza di due donne – racconta il sindaco Balzano – che volevano essere ricevute e senza alcun problema le ho accolte nella stanza ma non ho avuto nemmeno il tempo di farle accomodare che mi hanno aggredito». Ingiurie, minacce ed infine gli schiaffi. «Sono stato travolto da accuse – incalza ancora il sindaco – ho provato a tranquillizzarle ma non ne ho avuto il tempo, una di queste mi ha tirato la giacca e poi mollato uno schiaffo». Ad intervenire i vigili urbani che hanno subito placato gli animi con molta difficoltà e identificato le due donne . «Ho presentato denuncia dai carabinieri – spiega ancora Balzano – perchè non accetto di essere trattato in quel modo. Ma poi per cosa? Sono stato accusato di essere colpevole del cedimento di una parte di persiana, è assurdo. Mi spiace per quello che è accaduto e per la bambina ma ogni volta che in questa città succede qualcosa tutti se la prendono con il sindaco e senza nemmeno informarsi se siano stati presi o meno dei provvedimenti». 


ULTIME NEWS