Lo stadio Arechi cambia volto per le Universiadi: il piano dei lavori

Lo stadio Arechi cambia volto per le Universiadi: il piano dei lavori

Lo stadio Arechi cambia volto per le Universiadi: il piano dei lavori

Il conto alla rovescia per avviare il restyling dello stadio Arechi è già partito. Benchè manchino oltre due anni alle Universiadi 2019 che si svolgeranno in Campania, la macchina organizzativa dell’olimpiade dedicata agli studenti è già entrata pienamente nel vivo.

Il sopralluogo effettuato a Salerno da una delegazione del Fisu – capitanata da un delegato cinese -, insieme agli esponenti di Cusi e Comune, è servito a incoronare l’Arechi “principe degli stadi”, assegnandovi una delle due semifinali e la finale del torneo di calcio. Nonostante la casa della Salernitana, ad oggi, versi in condizioni tutt’altro che ottimali, la Federazione Italiana Sport Universitari è rimasta favorevolmente colpita dalla struttura di via Allende. Che già a partire dai prossimi mesi sarà interessata da un radicale intervento di riammodernamento. I tempi, infatti, sono alquanto ristretti. Il “nuovo” stadio dovrà essere pronto entro luglio 2018, un anno prima rispetto allo svolgimento delle Universiadi. Nello stesso anno, tra l’altro, la città di Salerno ospiterà i Campionati Italiani Studenteschi di calcio, tappa di avvicinamento alle Universiadi. 

Facile immaginare, quindi, che i lavori possano partire a fine campionato (maggio) se non addirittura qualche mese prima. Il Comune di Salerno è in attesa della delibera con cui Cusi, Fisu e Regione Campania stanzieranno i fondi per la realizzazione degli interventi. Il budget complessivo si aggira intorno ai 200 milioni di euro che serviranno sia per l’ammodernamento che per la gestione di tutti gli impianti sportivi campani coinvolti nelle Universiadi. Di questi almeno un paio dovrebbero essere destinati al Comune di Salerno che, grazie a un’intuizione dell’assessore allo Sport, Angelo Caramanno, si è candidata pure per ospitare i tornei di tennis nella zona del pattinodromo a Torrione. Anche quell’area è stata particolarmente apprezzata dai delegati del Fisu, rimasti favorevolmente colpiti dalla vicinanza al mare delle strutture. Il Comune ci spera e sogna di sfruttare la pioggia di euro in arrivo per realizzare un “centrale” di tennis.

Ugualmente ambiziosi saranno gli interventi che riguarderanno lo stadio Arechi: la copertura parziale della Tribuna è il sogno (difficile che si realizzi); in programma, invece, ci sono l’installazione del maxi-schermo e dei sediolini, oltre al restyling di bagni, spogliatoi e tribuna stampa. L’occasione sarà propizia anche per rendere agibile la Curva Nord, restituendo ai tifosi uno spazio inutilizzabile ormai da anni. In vista delle Universiadi potrebbe rendersi necessaria anche una rivisitazione dei tornelli in tutti i settori dello stadio.

Il Comune attende soltanto la delibera prima di avviare la progettazione degli interventi di restyling. Una grande occasione per la città. Ma anche un regalo per la Salernitana.


ULTIME NEWS