Boscotrecase, l’opposizione attacca l’amministrazione Carotenuto: «Sei mesi di immobilismo»

Boscotrecase, l’opposizione attacca l’amministrazione Carotenuto: «Sei mesi di immobilismo»

Boscotrecase, l'opposizione attacca l'amministrazione Carotenuto: «Sei mesi di immobilismo»

«Sei mesi di immobilismo dell’amministrazione Carotenuto». Un attacco mirato, quello di Piazza Pulita, che nei giorni scorsi ha tappezzato i muri della città con manifesti di accusa contro il sindaco di Boscotrecase e la sua maggioranza.

«Fino ad oggi – sottolineano i consiglieri di minoranza – la nostra opposizione è stata “non ostativa” per dare tempo e modo, alla nuova compagine amministrativa, di chiarire la propria direzione politico-amministrativa, ma a sei mesi dall’insediamento nulla è cambiato». 

Poi l’elenco di una serie di interventi promessi ma mai effettuati: «Nessun intervento incisivo sulla pianta organica comunale, nonostante i noti eventi al vaglio della magistratura; nessuna variazione significativa sul bilancio rispetto al passato; ritardi ed omissioni nel fornirci la documentazione da noi richiesta; nessun tentativo di revisione dei contratti d’appalto (rifiuti, spazzamento, isola ecologica) ed ha consentito in alcune zone, come l’area mercatale, un peggioramento delle condizioni igienico sanitarie». 

A detta dei rappresentanti di Piazza Pulita, «anziché preoccuparsi di analizzare e controllare l’appalto della pubblica illuminazione per alleviare i costi per i cittadini, questa amministrazione si è solo preoccupata di anticipare le luminarie di un anno: ringraziamo la ditta per averle anticipate e la ditta Boccia per aver donato la parte restante, ma restiamo dell’idea che il contratto vada rivisto. È risultata poco credibile sullo sviluppo del territorio portando alla chiusura dello sportello del Banco di Napoli e senza riuscire a garantire neanche lo sportello Bancomat come da loro dichiarato».

Poi l’esternalizzazione della raccolta tributi che «per i cittadini significherebbe un ulteriore aumento delle tasse locali. Quest’amministrazione si appropria di operazioni pensate e finanziate da altri (casa dell’acqua, campo sportivo, eventi ed iniziative varie). Risulta tuttora sospesa la Protezione civile come se il nostro paese non fosse in “zona rossa”. Non vogliamo giudicare l’amministrazione sulla capacità di organizzare eventi ed iniziative (non ci piace vincere facile), ma amministrare significa dare risposte chiare e concrete su viabilità, servizi, qualità della vita e prospettive di sviluppo economiche». 

 

 

 


ULTIME NEWS