Castellammare, corsa contro il tempo: un mese per salvare l’Acetosella

Castellammare, corsa contro il tempo: un mese per salvare l’Acetosella

Castellammare, corsa contro il tempo: un mese per salvare l'Acetosella

Castellammare. Poco più di un mese per evitare il fallimento dell’Acetosella. E’ fissata al 3 febbraio 2017 la dead line per la Stabia di Mare srl, società titolare della concessione per l’imbottigliamento della più famosa acqua di Castellammare.

Entro quella data, infatti, dovrà essere presentato il piano concordatario per salvare l’azienda. Sulla società pendono ben tre istanze di fallimento che sono state congelate, dopo la richiesta di concordato presentato dall’azienda che ha già beneficiato di una proroga di 60 giorni.

Se entro il 3 febbraio non sarà presentato il piano concordatario l’azienda sarà tecnicamente fallita. Se invece la società riuscirà a rispettare i termini e a presentarlo, toccherà al giudice della sezione fallimentare del Tribunale di Torre Annunziata fissare l’udienza durante la quale i creditori saranno chiamati a votare sul piano concordatario. 

Tiziano Valle

+++ tutti i dettagli oggi su Metropolis Quotidiano +++
 


ULTIME NEWS