Luci e ombre, Cuomo saluta il 2016: “Bersagliati da indagini e cimici, ma ciò ci ha fatto fare meglio”

Luci e ombre, Cuomo saluta il 2016: “Bersagliati da indagini e cimici, ma ciò ci ha fatto fare meglio”

Cuomo saluta il 2016

Promuove se stesso, la sua amministrazione e la città perché a suo avviso il 2016 è stato un anno “estremamente positivo” sotto ogni punto di vista: dal turismo alle opere pubbliche, passando ai dati della raccolta dei rifiuti e della pulizia dei fondali. Ma c’è una macchia: le inchieste giudiziarie. Tante da far definire il Comune “un bersaglio”, sino al ritrovamento delle cimici nel suo ufficio: “Un episodio che non mi spiego”.
Giuseppe Cuomo, sindaco di Sorrento, saluta così il 2016 in una lettera aperta alla città che riportiamo di seguito integralmente.
Cari Concittadini,
il 2017 è ormai alle porte. E anche noi ci prepariamo ad accoglierlo con una Sorrento invasa da turisti, che accorrono da ogni dove per visitare mostre, assistere a concerti, spettacoli ed eventi, gustare le prelibatezze locali, regalarsi selfie sullo sfondo del grande albero di Natale in piazza Tasso, e delle mille luci che vestono con eleganza ogni strada. Uno sfavillio di luminarie, che un ospite eccellente come Aurelio De Laurentiis non ha esitato, generosamente, a paragonare a quelle che impreziosiscono New York in queste festività natalizie.
Nei dati e nelle cifre, il successo di una stagione che sarà ricordata come una delle migliori performance per il sistema turistico locale. Nei primi dieci mesi dell’anno, la penisola sorrentina ha fatto segnare 867mila arrivi e quasi 3 milioni e mezzo di presenze, di cui 2 milioni e mezzo solo a Sorrento. L’aumento medio è stato pari all’11,3% per gli arrivi e dell’8,7% per le presenze. Al primo posto resta saldo il Regno Unito seguito dagli Stati Uniti, con nuovi ingressi come Argentina, Cina e Giappone.
Merito di un gioco di squadra che coinvolge l’amministrazione comunale, gli imprenditori, i lavoratori e i cittadini, impegnati a rendere questa terra sempre più ospitale e attenta alle esigenze dei turismi: culturale, ecologico, enogastronomico, o legato al mare alle sue mille risorse.
Un successo, certo, merito di congiunture economiche favorevoli, oltre che imputabili alla scarsa affidabilità in termini di sicurezza di destinazioni un tempo gettonatissime. Ma anche di una politica attenta a promuovere ed organizzare iniziative in una città da sempre al centro della scena mondiale.
Il fitto cartellone di manifestazioni estive e quello di “M’Illumino d’inverno”, contribuiscono in maniera determinante ad attirare attenzione e consenso, attraverso musica, danza, teatro, arte, artigianato, gusto, folclore e tradizioni. Così come l’offerta commerciale restituisce al visitatore il piacere di passeggiare nel vie del centro e fare shopping in totale sicurezza e serenità.
Poi ci sono i grandi eventi, quelli destinati ad accendere i riflettori sulla nostra Sorrento: le Giornate Professionali di Cinema, il Premio Biagio Agnes, il Forum Internazionale Turismo e Cultura, il Premio Gorky, gli Incontri del Cinema di Sorrento, Sorrento Incontra, il Premio Sirena d’Oro che dal prossimo anno supererà i confini nazionali.
E, ancora, i gemellaggi – a breve quello con Taurasi e San Martino Valle Caudina, entrambi nell’avellinese, nel nome di Torquato Tasso e di Lucio Dalla – e i rapporti internazionali. Lo scorso maggio abbiamo rinsaldato i nostri vincoli di amicizia con il Giappone e con la città Kumano, con la quale siamo legati ormai dal 2001, inserendo il programma nell’ambito del 150mo anniversario delle relazioni diplomatiche tra l’Italia ed il Giappone. A settembre siamo stati invece a New York, invitati da importanti organismi e istituzioni. Il prossimo anno saremo ad Eilat, in Israele. L’obiettivo, per tutti i progetti in corso, è quello di incrementare le quote di turismo culturale e incentivare l’incoming verso Sorrento, ma anche nelle vicine Pompei ed Ercolano, isola di Capri e costa d’Amalfi.
Al pari dei dati turistici, anche l’impegno a favore dell’ambiente regala un segno positivo. Nel 2016 per la prima volta la quantità di materiali raccolti in maniera differenziata ha superato le 9mila tonnellate, quasi il 65%. Grande successo hanno riscosso le iniziative legate alla pulizia dei fondali marini, da maggio a settembre, svolte in collaborazione con forze dell’ordine, Area Marina Protetta e associazioni. Sono state raccolte oltre 4 tonnellate di rifiuti abbandonati in fondo al mare. L’iniziativa “L’isola ecologica del tesoro” giunta al quarto anno, che premia i cittadini che portano direttamente al Centro di Raccolta i materiali da riciclare quest’anno, ha avuto anche quattro tappe nelle frazioni di Casarlano e Priora. Esperienza positiva che è stata programmata anche per il 2017. Unitamente ad altri appuntamenti svolti in collaborazione con le scuole in totale si è arrivati a raccogliere oltre 12mila litri di olio esausto e sono stati distribuiti oltre 1.500 litri di olio extravergine prodotto dai nostri agricoltori. Nel 2016, per il terzo anno, è stato previsto un sconto sulla tassa dei rifiuti per i cittadini che praticano il compostaggio domestico. In totale, quasi cento famiglie hanno potuto usufruire del 10% di sconto sulla tassa, così come cinque strutture alberghiere che hanno adottato misure per la riduzione della produzione dei rifiuti.
Segnali positivi anche sul fronte delle opere pubbliche, nonostante le difficoltà operative imposte dal Nuovo Codice Appalti.
Prima di tutto, l’inaugurazione della mensa della scuola Vittorio Veneto. Dal 3 ottobre scorso, gli alunni dell’istituto comprensivo Vittorio Veneto possono usufruire del nuovo servizio in locali
moderni ed accoglienti, adeguati ai più recenti standard di sicurezza e per questo divenuto anche caso di studio scientifico.
Di pochi giorni fa, anche l’inaugurazione del Centro Polifunzionale per la Terza Età “Luigi Fattorusso”, posto su due piani, con ascensore interno ed impianto climatizzato, per consentire lo svolgimento di attività ricreative e culturali: una struttura che potrà ospitare iniziative di intrattenimento ed eventi per allietare le giornate dei nostri anziani.
Ancora, la realizzazione della sala di attesa e relativi servizi igienici alla stazione Circum, i lavori appaltati e che verranno realizzati nei prossimi mesi alla torre campanaria, l’efficientamento degli impianti termici e di condizionamento presso gli immobili comunali. Senza dimenticare la ripavimentazione in via Capo e via Crocevia, di adeguamento alle norme di sicurezza delle scuole Angelina Lauro e Torquato Tasso, la riqualificazione di corso Italia e la sistemazione della copertura alla palestra in via Atigliana, tutte opere che saranno completate entro il primo trimestre del 2017.
La priorità resta il ripristino delle condizioni di sicurezza e di accesso a via Fontanelle, dove decine di famiglie sono isolate da tre anni, a causa di una enorme frana.
Su fronte dei servizi sociali, da sempre una delle priorità della nostra amministrazione, si registra l’avvio del progetto di costituzione di una nuova azienda consortile, in sostituzione dell’attuale Piano Sociale di Zona, per adeguarsi alle nuove normative – corruzione, trasparenza, contabilità degli enti locali, appalti e riforma del lavoro e del terzo settore – e di dotare i territori di reti di protezioni sociali efficaci.
Un 2016 felice anche sotto il profilo energetico, con il riassetto della penisola sorrentina avviato da Terna per il quale si prevede un investimento di 200 milioni di euro. Attualmente, l’area è alimentata da una rete non più adeguata alle esigenze elettriche locali, soprattutto durante la bella stagione, in cui si verifica un notevole incremento dei consumi. Grazie a questi interventi, i black-out saranno un lontano ricordo, con vantaggi per imprese, cittadini e turisti. E anche del paesaggio, con lo smantellamento, già avviato, degli inestetici tralicci.
Senza dimenticare altri traguardi come l’approvazione del progetto per il Parco Agricolo Archeologico della Regina Giovanna, che prevede la destinazione di un’area di grande pregio ambientale e storico, estesa su una superficie di circa 56.600 metri quadrati; l’adesione alla Strategia di sviluppo locale predisposta dal Gal Terra Protetta, che coinvolge 22 Comuni, compresi nell’area sorrentina, amalfitana e stabiese, il Parco Regionale dei Monti Lattari, la Comunità Montana dei Monti Lattari, la Città Metropolitana di Napoli e circa 100 partner privati; la calendarizzare degli interventi di allacciamento della rete fognaria alla galleria consortile di Punta Gradelle e la conseguente dismissione dell’impianto di Marina Grande.
Ho lasciato per ultima una parentesi nera che pure ha caratterizzato l’anno che stiamo per salutare. E mi riferisco alle vicende giudiziarie che hanno coinvolto un nostro dirigente prima, e un componente della giunta poi. Due persone nelle quali ho sempre riposto la mia fiducia e che sono certo riusciranno a dimostrare la loro totale estraneità ai fatti contestati, confidando nell’operato e nell’indipendenza della magistratura. Resterà invece senza risposta l’episodio del ritrovamento nella mia stanza di cimici, ultimo capitolo di una serie di vicende che hanno avuto come bersaglio il Palazzo Municipale, e che ci hanno stimolato ulteriormente a lavorare con maggiore entusiasmo, passione e trasparenza.
Condivisione, collegialità, unità di intenti e amore per la nostra Sorrento sono, ieri come oggi, le parole chiave della nostra azione di governo.
Il futuro del nostro territorio è ancora roseo e pieno di sorprese.
E noi accompagneremo questo percorso di crescita continuando a costruire una città che punta sempre più in alto.
Insieme a tutti voi, ai quali auguro un 2017 di sfide, raccolte e vinte.


ULTIME NEWS