Addio asfalto, sì alla pietra lavica: per il nuovo corso Italia a Sorrento si parte già a gennaio

Addio asfalto, sì alla pietra lavica: per il nuovo corso Italia a Sorrento si parte già a gennaio

Addio asfalto, sì alla pietra lavica: per il nuovo corso Italia a Sorrento si parte già a gennaio

 

Pietra lavica al posto dell’asfalto. Marciapiedi quasi a raso. Più aiuole e alberi. Addio barriere architettoniche. E’ finalmente tutto pronto per il tanto atteso maquillage del corso Italia. I cantieri potrebbero aprire già a fine gennaio. Il salotto buono di Sorrento dunque si rifà il look. Assegnato il maxi appalto da un milione di euro con tempi di consegna previsti in tre mesi. Sarà la ditta Parlato costruzioni di Castellammare di Stabia ad occuparsi degli interventi: l’offerta con il ribasso del 21 per cento sull’importo a base d’asta (un milione e 200 mila euro) ha sbaragliato la concorrenza. Per la prossima stagione turistica, Sorrento potrebbe presentarsi con una rivoluzione urbana su cui si è lavorato tanto.

Il rifacimento del corso Italia è il grande obiettivo che intende centrare a stretto giro il sindaco Giuseppe Cuomo il quale ha posto al centro della sua agenda politica proprio il restyling del centro storico. Si comincia quindi con il riassetto del corso Italia. Parliamo di quasi 700 metri nel percorso compreso tra piazza Torquato Tasso e l’ospedale civile Santa Maria della Misericordia che cambieranno definitivamente volto. Si tratta del primo passo decisivo verso il sogno dell’amministrazione: arrivare alla pedonalizzazione del cuore di Sorrento, chiudendo dunque a mezzi pesanti, auto e bus.

Il progetto prevede la completa rimozione dell’asfalto. Sulla carreggiata ci saranno basoli di pietra lavica che saranno limati ai bordi così da migliorare l’aderenza dei veicoli. La pavimentazione sarà a spina di pesce con una pendenza di pochi gradi: ciò servirà a provvedere all’immediato smistamento delle acque pluviali. I marciapiedi saranno decisamente ampliati con un piccolo abbassamento di quota. Appena sette centimetri di “altezza” rispetto al basolato. Verrà anche soppressa la zona riservata alla sosta dei veicoli prevedendo soltanto gli stalli per carico e scarico delle merci. Anche le strisce pedonali saranno disegnate utilizzando le pietre laviche. Lungo tutto il corso Italia torneranno a campeggiare gli alberi di agrumi. Già pronti gli esemplari di arance amare e limoni. Le rampe per i portatori di handicap saranno realizzati utilizzando delle speciali scalanature anti-scivolo. I lampioni non verranno toccati, anche se non è escluso che a lavori finiti si possano apportare accorgimenti estetici.

La ditta Parlato ha vinto l’appalto garantendo al Comune di Sorrento la conclusione dei lavori in tre mesi. L’amministrazione sta pensando di far aprire i cantieri a fine gennaio così da poter arrivare alle festività pasquali già con una buona parte del percorso completato. Il nuovo corso Italia, insomma, potrebbe essere definitivamente realtà già entro la fine dell’anno nuovo.


ULTIME NEWS