Affare usura dei baby-boss: contro la crisi la “banca” del clan

Affare usura dei baby-boss: contro la crisi la “banca” del clan

Affare usura dei baby-boss: contro la crisi la "banca" del clan

Prestavano denaro e poi ne chiedevano la restituzione con un tasso di interesse che variava dall’8 al 10 %. Era questo uno degli affari – oltre quello dello spaccio di stupefacenti – dei tre giovani rampolli arrestati nei giorni scorsi dagli agenti del commissariato di Torre Annunziata. Luigi Sperandeo, Vincenzo Della Ragione e Giuseppe Lombardo avevano messo su un giro di usura che andava avanti da mesi. E’ questo quanto hanno scoperto i poliziotti, agli ordini del dirigente Vincenzo Gioia, che durante le attività di indagini, hanno ricostruito una serie di episodi nei quali i tre baby boss elargivano somme di denaro a soldati del clan per poi pretenderne la restituzione con tassi di interesse.

+++ TUTTI I DETTAGLI IN EDICOLA SU METROPOLIS QUESTA MATTINA +++


ULTIME NEWS