Raid al Circolo di Scafati, il Ferro 3 pronto a ripartire

Raid al Circolo di Scafati, il Ferro 3 pronto a ripartire

Raid al Circolo di Scafati, il Ferro 3 pronto a ripartire

SCAFATI – Il Circolo Arci Ferro 3.0 nel mirino dei vandali: petardo distrugge l’ingresso della sede situata in via Chiesa Madre. Continuano gli atti di microcriminalità nella città di Scafati e questa volta a subirne le conseguenze è l’associazione che si occupa di promozione sociale e culturale “Ferro 3”. «Il premio Nobel per la pace, la ventenne Malala Yousafzai, sostiene che un bambino, un libro, una penna e un insegnante possano cambiare il mondo. Noi del Ferro 3 ne abbiamo fatto un mantra ed è il pensiero comune emerso anche quando abbiamo trovato l’ingresso del nostro circolo, distrutto dallo scoppio di un petardo gettato all’ interno dei nostri locali».

Un ulteriore campanello di allarme che avvalora il  problema della sicurezza a Scafati. «C’è un problema sicurezza in città che per noi si declina in un solo modo, investire nelle politiche sociali e nella cultura, nella quotidiana e minuziosa attenzione verso i bisogni delle fasce deboli della popolazione. Bisogna evitare di creare quei vuoti economici politici e sociali che da sempre le Camorre sanno colmare. Abbiamo sentito parlare di videosorveglianza, di un aumento di risorse per la tenenza dei carabinieri e addirittura delle ronde. Riteniamo che sin quando siano questi gli unici argomenti in risposta al problema, pochi e temporanei saranno i risultati raggiunti», hanno dichiarato in una nota i fondatori del Circolo il cui presidente, Donatella Savino, ha provveduto nella stessa giornata di ieri a sporgere denuncia ai carabinieri.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO NELL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA +++


ULTIME NEWS