Truffa e falso, assolto il senatore Milo: «Sempre stato fiducioso nei giudici»

Truffa e falso, assolto il senatore Milo: «Sempre stato fiducioso nei giudici»

Truffa e falso, assolto il senatore Milo: «Sempre stato fiducioso nei giudici»

«Sono molto felice che il Giudice per l’udienza preliminare mi abbia assolto, perché il fatto non sussiste, dagli infamanti reati di falso e truffa, tanto da ritenere di non dover neppure iniziare il processo». Ad annunciare la decisione è stato lo stesso Antonio Milo, senatore del gruppo Ala-Sc.
«La vicenda – spiega il parlamentare originario di Agerola – risale al 2010. Il pm mi ha mosso queste accuse sostenendo che avrei ottenuto il rimborso di alcune fatture per prestazioni fisioterapiche in realtà mai godute. La Procura poi, a luglio del 2016, ha chiesto ed ottenuto dal Senato anche l’autorizzazione ad usare le mie intercettazioni legate alla vicenda. Venerdì però – conclude Milo – si è scritta la parola fine: non ho né truffato né falsificato alcunché».
Milo era finito nell’inchiesta su “Fisiodomus” un centro fisioterapico di Casavatore che, come sostenuto dai Pm di Napoli, nonostante «avesse dismesso ogni attività dal maggio 2010 aveva di fatto continuato ad operare come una vera e propria azienda criminale rilasciando in maniera sistematica certificati, attestati e fatture riferite a prestazioni fisioterapiche mai effettuate». Secondo il convincimento dei magistrati della procura di Napoli che hanno indagato Milo per falso e truffa la struttura al momento della richiesta di rilascio delle fatture già non era più attivo da tempo. Ma era stata trasformatain una sorta di fabbrica di certificati fasulli. Accuse da cui Milo è uscito però estraneo, al termine dell’udienza che doveva decidere sull’eventuale rinvio a giudizio del senatore di Ala.


ULTIME NEWS