Portici, via libera dell’Anac per il Waterfront. Ma ora servono 6 milioni

Portici, via libera dell’Anac per il Waterfront. Ma ora servono 6 milioni

Portici, via libera dell'Anac per il Waterfront. Ma ora servono 6 milioni

Portici. Bollino verde dell’Anac per il Waterfront, arriva l’attesa svolta per la città: già chiesti 6 milioni di euro alla Regione Campania per completare l’opera, il via ai lavori previsto entro maggio e la consegna in programma al massimo nel 2019.

Aria di cambiamenti nella città della Reggia non solo sotto il profilo politico, ma anche sotto il profilo del concreto “rilancio” del territorio. A giorni, infatti, potrebbe arrivare la svolta per la riqualificazione del lungomare cittadino.

Nelle ultime settimane la procedura per i lavori del Waterfront ha strappato il disco verde da parte dell’Anac e da giorni gli uffici comunali sono in stretto contatto con la Regione Campania per sancire la messa in sicurezza dei fondi – circa 6 milioni di euro – necessari alla riapertura del cantiere, prevista per il mese di maggio.

Un calvario fatto di stop ai lavori, mancanza di fondi, una interdittiva antimafia emessa della prefettura di Napoli ai danni della Lende Spa – la ditta vincitrice della gara d’appalto – una marea di nomi finiti sotto la lente d’ingrandimento della magistratura e i sigilli al cantiere applicati dalla capitaneria di porto per la costruzione su area demaniale. Ma oggi, a più di 6 mesi dall’ultimo stop ai lavori derivante dallo stop imposto dall’Anac guidata dal magistrato Raffaele Cantone, la Regione Campania potrebbe dare il via libera al conferimento di circa 6 milioni di euro necessari per completare l’opera, richiesti dall’architetto del Comune di Portici.


ULTIME NEWS