Torre Annunziata. Camorra, ideali-choc. Parla il pentito: «Mai con lo Stato Preferisco morire»

Torre Annunziata. Camorra, ideali-choc. Parla il pentito: «Mai con lo Stato Preferisco morire»

Torre Annunziata. Camorra, ideali-choc. Parla il pentito: «Mai con lo Stato Preferisco morire»

«Pentito? No, grazie, preferisco morire in carcere».  Poche parole affidate ad un foglio bianco nel quale, Antonio Longombardi, 27enne di Torre Annunziata grida la sua scelta di non svuotare il sacco del clan “Terzo Sistema”, anzi ne prende addirittura le distanze. Longobardi affida la sua verità ad lettera e spiega: «Sono detenuto nel penitenziario – si legge nella sua lettera – sono rinchiuso in cella e non sono un collaboratore di giustizia altrimenti starei altrove».

++++ TUTTI I DETTAGLI  SU METROPOLIS QUOTIDIANO IN EDICOLA QUESTA MATTINA +++


ULTIME NEWS