Napoli “digitale” con 12 chilometri di strade nuove a Poggioreale e Vicaria

Napoli “digitale” con 12 chilometri di strade nuove a Poggioreale e Vicaria

Napoli “digitale" con 12 chilometri di strade nuove a Poggioreale e Vicaria

Napoli Digitale con 12km di strade nuove con la realizzazione della rete di telecomunicazioni in fibra ottica, che coprirà l’80% del tessuto cittadino. La maggior parte dei lavori interesseranno il territorio della IV Municipalità (San Lorenzo-Vicaria-Poggioreale) caratterizzata da condizioni di degrado e dissesto delle carreggiate e, per questo, sperimenterà un’innovativa buona pratica. Il Servizio Tecnico della Municipalità rilascerà la concessione per le cantierizzazioni alla ditta che si impegnerà a ripristinare l’intera carreggiata, e non solo piccoli tratti, di tutte le strade su cui andrà ad operare. Grazie a questo accordo la Municipalità si ritroverà circa 12 km di strade completamente asfaltate, mentre Napoli avrà la banda ultra larga. Il presidente della IV Municipalità, Giampiero Perrella, pur riconoscendo l’importanza dell’intervento, ha tuttavia espresso preoccupazioni per l’effetto che questi lavori che dureranno oltre un anno, rischieranno di avere sulle tante strade già in condizioni particolarmente dissestate come via Gianturco, via Taddeo da Sessa, via Nuova Poggioreale e altre: «Si tratta di un progetto ambizioso sia in termini di investimenti e occupazione, sia per lo sviluppo di Napoli, ma devo preoccuparmi dei risvolti pratici. Negli ultimi anni centinaia di strade del territorio sono state letteralmente devastate da ditte private, che hanno lavorato selvaggiamente senza ripristinare il manto stradale a regola d’arte – continua Perrella – Mercoledì prossimo il Consiglio della Municipalità sarà chiamato ad esprimersi nuovamente sui debiti fuori bilancio in larga parte derivanti da sinistri stradali, spesso causati dal pessimo stato in cui le nostre strade vengono lasciate. Per questo con l’accordo siglato abbiamo garantito la riasfaltatura di tutte le strade interessate» . I lavori si svolgeranno sotto la supervisione del SAT della Municipalità che, in via cautelativa, di volta in volta, rilascerà concessioni solo per poche strade, inizieranno da lunedì prossimo in via Gaetano Bruno e via Giuliano da Maiano al Rione Ascarelli. Gli impianti di cablaggio saranno realizzati da Open Fiber S.p.A., la società del Gruppo Enel nata a dicembre 2015, l’unica in grado di supportare velocità di trasmissione fino a 1 giga. Napoli rientra nelle 250 città italiane situate nelle aree a successo di mercato e il territorio della IV Municipalità ospiterà anche una delle centraline che alimenterà buona parte della rete del centro città e della zona orientale.


ULTIME NEWS