Rapinano un’anziana alla Circum di Vico Equense, arrestati due 17enni di Torre del Greco

Rapinano un’anziana alla Circum di Vico Equense, arrestati due 17enni di Torre del Greco

Rapinano un'anziana alla Circum di Vico Equense, arrestati due 17enni di Torre del Greco

Hanno studiato la vittima durante il viaggio da Napoli a Sorrento confondendosi tra pendolari e turisti. E quando il treno è arrivato a Vico Equense hanno deciso di entrare in azione. Così, quando l’anziana ha lasciato il vagone e stava raggiungendo l’uscita della stazione, si sono avvicinati e poi hanno colpito con freddezza. Uno scippo, l’ennesimo della serie, avvenuto sotto gli occhi increduli dei passanti. Poi la fuga in centro durata pochi minuti. Giusto il tempo di essere bloccati da vigili urbani e carabinieri.
Catturati i due baby-banditi della Circumvesuviana. Si tratta di due diciassettenni di Torre del Greco, entrambi incensurati, che adesso devono rispondere del colpo messo a segno nella mattinata di sabato mattina a Vico Equense. La refurtiva del raid, una borsa con soldi ed effetti personali, è stata prontamente recuperata e restituita alla vittima. I due ragazzi sono stati subito trasferiti al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei di Napoli e verranno giudicati nel corso delle prossime settimane.
Lo scippo di Vico Equense riaccende i riflettori sull’emergenza sicurezza nei convogli della Circumvesuviana e soprattutto all’interno delle stazioni. Appena qualche giorno fa, il presidente di Eav Umberto De Gregorio scrisse una lettera-appello a forze dell’ordine, prefettura e questura invocando la firma di un protocollo d’intesa che potesse permettere il raggiungimento del tanto agognato obiettivo del “viaggiare sicuro”. Una chimera, che si accompagna anche alla necessità di trovare un miglior coordinamento tra operatori Eav, polizia e carabinieri. In tal senso fa la differenza anche la capacità di dare subito l’allarme. Come è capitato a Vico Equense sabato pomeriggio.
La vittima, subito dopo aver subìto lo scippo, ha avuto anche la fortuna di incrociare una pattuglia dei vigili urbani del comandante Ferdinando De Martino che, individuati i malviventi, con la collaborazione dei carabinieri diretti dal capitano Marco La Rovere, hanno bloccato in tempo i diciassettenni prima che potessero dileguarsi.


ULTIME NEWS