Salerno. Inchiesta su atti falsi, Cantone si difende ma De Luca lo “avverte”

Salerno. Inchiesta su atti falsi, Cantone si difende ma De Luca lo “avverte”

Salerno. Inchiesta su atti falsi, Cantone si difende ma De Luca lo "avverte"

«La nomina di direttore generale non è inficiata in alcun modo da questa in­dagine. Dal marzo 2001 al 22 luglio 2009 ho ricoperto un incarico istituzionale di vertice al Comune di Aver­sa. L’esperienza pregressa è documentata». Il ma­nager dell’ospedale “Ruggi” di Salerno, Nicola Cantone chiarisce, in una conferen­za stampa, la sua posizione in merito ad un’inchiesta per la quale è stato rinviato a giudizio con l’accusa di aver esibito un documento falso per essere inserito nell’albo dei manager. «Si tratta della contestazione di una dichiarazione non rispondente al vero che vie­ne direttamente trattata dal pubblico ministero, senza passare attraverso il vaglio di un gip o gup – spiega il direttore generale Nicola Cantone -. Il mio percorso professionale è stato dettato da scelte anche sacrifi­cate da un punto di vista personale, professionale e familiare».

 

+++TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS+++


ULTIME NEWS