Tito-gate, il sindaco di Meta non si dimette: restituite le deleghe agli assessori dopo due mesi

Tito-gate, il sindaco di Meta non si dimette: restituite le deleghe agli assessori dopo due mesi

Tito-gate, il sindaco di Meta non si dimette: restituite le deleghe agli assessori dopo due mesi

Il sindaco di Meta Giuseppe Tito vuole ripartire e non si dimetterà. Stamattina il primo cittadino ha deciso di restituire le deleghe ai propri assessori dopo 50 giorni di vacatio. Blindato il vicesindaco Pasquale Cacace, che nel valzer delle deleghe ha ottenuto lavori pubblici, turismo, attività produttive, protezione civile e corso pubblico. L’assessore Aiello si occuperà di pubblica istruzione, politiche sociali e contenzioso. L’altra quota rosa in giunta, Biancamaria Balzano, seguirà cultura, pari opportunità, comunicazione, servizi demografici, personale e sanità. Chiude l’assessore Starita: per lui le deleghe sono urbanistica, edilizia privata, pianificazione territoriale, manutenzione e demanio.

++DOMANI IN EDICOLA SU METROPOLIS TUTTI I DETTAGLI++


ULTIME NEWS