Doppio Mertens, il Napoli espugna l’Olimpico. Tre punti Champions, ma che sofferenza nel finale

Doppio Mertens, il Napoli espugna l’Olimpico. Tre punti Champions, ma che sofferenza nel finale

Doppio Mertens, il Napoli espugna l'Olimpico. Tre punti Champions, ma che sofferenza nel finale

Il campionato e’ finito: andate in pace. La doppietta di Mertens, giunto a quota 18 gol, ha servito alla Roma un piatto avvelenato a domicilio. Mertens ha giocato ovviamente per la…Juventus, sempre piu’ sola in vetta. Ma nel finale i giallorossi sono arrivati a un niente dal pareggio. Il Napoli ha dimostrato di aver superato le difficolta’ incontrate recentemente e i gol di Mertens sono stati il frutto del miglior gioco partenopeo e della scarsa vena della Roma: latitante l’attacco giallorosso nel primo tempo e piu’ continuo il gioco della squadra di Sarri, espulso nel finale. La Roma si e’ svegliata un po’ nella ripresa, ma ha preso il secondo gol del belga. Nel finale ha colpito un palo con Salah, ha segnato con Strootman e ha sfiorato il pari. Reina ha mandato una palla di Perotti a battere sulla traversa interna. E cosi’ la sfida fra le squadre piu’ prolifiche del campionato (ora 61-59 i gol segnati dai giallorossi) e’ finita con il Napoli vittorioso e in grado di minacciare i romanisti per il secondo posto. La vittoria degli azzurri sull’inviolato terreno dell’Olimpico, ha ridato speranze alla squadra di Sarri (espulso) che trovera’ il morale, dopo momenti difficili, per giocarsela contro Real e Juventus nelle coppe. Certo, i bianconeri potrebbero portare a dieci i punti di vantaggio sui giallorossi, vincendo a Udine, ma del resto non crediamo che ci siano stati mai molti dubbi sull’esito del campionato. Dopo la bella vittoria di San Siro contro l’Inter, la squadra di Spalletti ha avuto un’involuzione: sconfitta cocente nel derby di Coppa Italia e k.o. col Napoli, che si e’ rifatto dopo la sconfitta in casa dell’andata. Spalletti aveva richiamato Juan Jesus nella difesa a quattro, aveva richiamato De Rossi a centrocampo, El Shaarawy e Perotti in attacco. Fuori Bruno Peres, Emerson e Salah. Sarri si era affidato a Martens in attacco, mentre a centrocampo aveva dato fiducia Rog e Jorginho. Per 25′ le squadre hanno fatto sterili giropalla: meglio il Napoli che col suo pressing e la sua velocita’, pur finalizzando poco, ha fatto piu’ di una Roma sonnolenta e mai pericolosa. Qualche tiretto (Nainggolan debole, un gol di Perotti annullato per un chiaro mani, Callejon fuori), fatica giallorossa a centrocampo dove il Napoli e’ sembrato piu’ organizzato e poi la svolta, al al 26′. Hamsik ha dato una palla filtrante centralmente e ha “bucato” la difesa dando a Martens che ha bruciato in velocita’ Fazio (male) e si e’ presentato solo in area, superando con un colpo “sotto” Szczesny in uscita. Ma la difesa giallorossa non ha fatto bene: anche Manolas commesso degli errori e si e’ innervosito prendendo successivamente il giallo. Il vantaggio e’ parso meritato dal Napoli che ha segnato ancora con lo stesso Martens (fallo su Fazio): rete giustamente annullata, poco dopo che Strootman aveva mandato alta una palla pericolosa. Non e’ piaciuto, sul gol, il gesto di Martens che ha mimato il gesto del cagnolino che fa la pipi’ sulla bandierina. Nella Roma non si sono visti gli attaccanti, Nainggolan che cercato di mettercela tutta, la difesa ha sofferto le accelerazioni di un NAPOLI dal pressing asfissiante e in cui Insigne e Martens sono apparsi i piu’ vivaci. Nella ripresa il solito Nainggolan ha cercato di suonare la sveglia ai giallorossi con un tiro pericoloso, ma deviato. Il NAPOLI, cinicamente, e’ andato pero’ al raddoppio: Insigne e’ andato sulla sinistra e ha centrato basso, Fazio ha dormito e Mertens ha insaccato da due passi al 5′. La reazione della Roma: un tiro di Perotti deviato da Reina e l’ingresso di Salah (El Shaarawy) e Bruno Peres (Fazio). Dopo un fallo di Mertens su Nainggolan in area azzurra, Rudiger ha dovuto salvare sullo stesso Mertens. La Roma ha cercato di riaprire la partita. Ma Reina (che partita!) ha fatto i numeri di piede, addirittura a centrocampo. Dzeko non ha trovato la porta in diagonale. Sarri ha inserito Diawara per Jorginho. Banti ha espulso per proteste il tecnico napoletano. E’ entrato Zielinski, mentre Martens si e’ fatto male. Vedremo se ce la fara’ per la gara col Real. Anche Salah ha sfiorato il bersaglio. Milik ha preso il posto di Hamsik e Paredes quello di De Rossi. Rog, fra i migliori, si e’ visto negare il gol da Szczesny. Salah ha colpito un palo al 41′. La Roma con un diagonale di Strootman ha trovato il gol al 44′. Che finale: Salah ha chiesto un rigore (era scivolato) e Reina ha salvato il risultato poco dopo sull’egiziano. Perotti ha messo fuori una palla-gol al 48′. Poi un tiro di Perotti e’ stato deviato da Reina a battere sulla traversa interna. Che salvataggio! Niente. La Roma si e’ un po’ sgonfiata, il NAPOLIha ripreso quota.


ULTIME NEWS