“Oltre le mura dell’indifferenza”, concluso il torneo di calcetto al carcere di Secondigliano

“Oltre le mura dell’indifferenza”, concluso il torneo di calcetto al carcere di Secondigliano

"Oltre le mura dell'indifferenza", concluso il torneo di calcetto al carcere di Secondigliano

“Oltre le mura dell’indifferenza”, il progetto promosso dall’associazione La Mansarda presieduta da Samuele Ciambriello, nel carcere di Secondigliano ha visto la finale tra due sezioni del reparto Mediterraneo. Ha vinto il torneo “Diamo un calcio all’indifferenza” la sesta sezione, che si è aggiudicata sia la coppa sia sette magliette della Società Calcio Napoli offerte dagli store Robe di Kappa di via Chiaia e corso Garibaldi a Napoli. Il torneo ha visto la partecipazione di tante squadre: una capitanata da Antonio Insigne, fratello del più noto Lorenzo, 2 squadre del Liceo Mazzini di Napoli, la squadra dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e 6 squadre di detenuti. L’agape fraterna, successiva alla finale, che ha visto la partecipazione dei detenuti, delle volontarie dell’associazione La Mansarda e degli studenti del Mazzini ha concluso un progetto dall’alto valore civico e sociale. Per Ciambriello «abbiamo vissuto una giornata di gioia, di emozione, di condivisione, animati dalla misericordia che ci guida nel nostro percorso e dal desiderio di aiutare i detenuti a ritrovarsi. Reclusi, ma non esclusi. Queste iniziative sono una zattera per i detenuti e un percorso di solidarietà e di liberazione per chi vi partecipa. Occasioni per i detenuti per ritrovarsi, rappacificarsi con la società che hanno offeso. E’ una scelta dinamica di condivisione».


ULTIME NEWS