Carnevale Terzignese, i retroscena della festa

Carnevale Terzignese, i retroscena della festa

Carnevale Terzignese, i retroscena della festa

Si chiude definitivamente la ventesima edizione del carnevale terzignese edizione che verrà ricordata soprattutto per il suo aspetto molto giornalistico dove i vari disguidi organizzativi che più volte sono arrivati addirittura nelle prime pagine delle testate giornalistiche. Il Re indiscusso di tutta questa edizione è sicuramente il giovane Presidente Michele Sepe diventato ormai il Re della cittadina vesuviana rappresendo la forza giovane che vuole dare una scossa pesante al proprio paese per cambiare definitivamente il territorio diventando sempre più il Big President dei Terzignesi. A fare da antagonisti sono stati Felice Avino Presidente del Comitato Avini e il Presidente dell’Associazione Carnevale Terzignese Enzo Ranieri rimasto ancora alla guida della manifestazione in mancanza di un accordo per il suo successore. La ventesima edizione del carnevale Terzignese non ha avuto nulla di particolare ma a rallegrare sono state le esibizioni della storica quadriglia capitanata dal Presidente Mimmo Boccia e dal Presidente Sepe e Avino Presidenti dei due carri “Frozen il Regno di ghiaccio” e “Futurama” molti sono i retroscena dopo una domenica di “tensione” a scoppiare la bomba fu martedì dove la quadriglia discusse con il Comitato Avini per la musica troppo alta, durante tutto il tragitto si calmarono gli animi e il Presidente Avino in piazzs chiamò Sepe e Boccia sul palco elogiandoli per il Grande lavoro. Mossa furba quella di Sepe che fece sostare il suo carro sotto casa del Presidente Avino ringraziando egli e la sua Famiglia e tutto il Comitato Avini. Molte sono state le politiche l’importante e che il popolo Terzignese non abbia perso il suo Carnevale e che soprattutto sia stata fatta questa ventesima edizione che rischiava di non esser fatta dopo le varie incomprensioni all’interno dell’Associazione.

 


ULTIME NEWS